In relazione ai dati diffusi nei giorni scorsi sui consumi alimentari nel 2007, un comunicato della Cia evidenzia un calo del 4,3 per cento per il formaggio Grana Padano, l’informazione,
però, non risulta esatta, in quanto vi è un errore di trascrizione nelle tabelle News Panel Ismea, fonte per la stesura del comunicato.

Quindi, come opportunamente ha fatto rilevare il Consorzio del Grana Padano, nel 2007 la quota di acquisti di Grana Padano compiuti dalle famiglie italiane è scesa dell’1,9 per cento e
non del 4,3 per cento.

Un errore non certo causato dalla volontà della Cia che ha soltanto riportato i dati contenuti nel News Panel Consumi Ismea. Per questa ragione rivolgiamo le nostre più vive scuse
al Consorzio per la tutela del Formaggio Grana Padano, agli addetti settore e tutti i lettori.