Grande successo di affluenza, pubblico e vendite dell’Isola dei Sapori, il mercatino degli agricoltori siciliani organizzato dall’associazione Turismo Verde e dalla Cia siciliana che si
è svolto ieri a Palermo a partire dalle ore 10,00 lungo il tratto chiuso al traffico di via Libertà.

«Il successo del mercato è una semplice conferma di quanto avvenuto nelle scorse edizioni del 15 dicembre e 27 gennaio», dichiara Antonio Terrasi, presidente
dell’Associazione Turismo Verde Sicilia. Contenti i cittadini per l’occasione di acquistare o semplicemente assaggiare prodotti tipici, tradizionali, irripetibili e spesso introvabili
provenienti da tutta la Sicilia, ma contenti anche i produttori, molti dei quali, dopo appena due ore di mercato hanno esaurito la merce.

Il «sicilian farmer’s market» che Turismo Verde ha intitolato «Isola dei Sapori» è diventato ormai un appuntamento atteso da migliaia di cittadini palermitani che
approfittano dell’occasione per acquistare un po’ di tradizione e tipicità siciliana direttamente dai produttori, senza spendere un occhio della testa come spesso accade nei punti
vendita specializzati.

I sapori, gli odori, i colori e le tradizioni che i prodotti presentati da oltre trenta aziende provenienti da tutta la Sicilia sono stati offerti in assaggio e vendita nelle bancarelle
allestite lungo via Libertà: dall’olio del Parco (Altofonte), al vino delle Madonie e della provincia di Siracusa; dai formaggi del Belice, del Nisseno, dei Nebrodi e dalle Madonie, al
pane nero di Castelvetrano; dalla passata di pomodoro siccagno di Valledolmo ai dolci e torroni. E poi ancora miele, confetture, lumache, cipolle, mandorle, pistacchi, conserve, agrumi e
tantissime altre specialità agroalimentari siciliane, molte delle quali vere e proprie rarità e ricordi del passato dei nostri nonni e dei nostri anziani genitori.

Anche in assenza di regolamento che recepisca il decreto nazionale, Palermo ha già il suo primo «farmer’s market«: una volta al mese, fino a maggio, i produttori agricoli
della guida «Isola dei sapori» animeranno con la loro presenza una delle piazze più frequentate della città. I prossimi appuntamenti sono previsti per il 30 marzo, il
27 aprile e il 25 maggio. La conclusione del primo semestre di attività prevede per il 27, 28 e 29 giugno l’organizzazione a Taormina della 6a Festa regionale dell’Agricoltura.