Un bilancio più che positivo per l’apertura di Gusto in Scena, l’evento ha inaugurato la tre giorni al Molino Stucky Hilton con Chef in Concerto, congresso gastronomico che ha visto la
presenza di 250 operatori tra chef, giornalisti e operatori del settore.

Ad aprire i lavori un interessante confronto fra grandi nomi italiani e spagnoli: Gualtiero Marchesi per la cucina italiana e Martin Berasategui per la cucina basca. Marcello Coronini,
organizzatore dell’evento, ha infatti scelto questi due grandi paesi come protagonisti, il primo portavoce della tradizione, il secondo dell’innovazione.

Oltre a Chef in Concerto, Gusto in Scena ospita gli eventi I Magnifici Vini di Mare, Montagna, Collina e Pianura e Seduzioni di Gola che, solo nella prima giornata, hanno visto la
partecipazione di 1500 visitatori tra giornalisti, operatori del settore e appassionati.

Gusto in Scena sostiene i giovani
Gusto in Scena investe nei giovani con un’operazione culturale che fa bene a tutta la ristorazione italiana. Per la prima volta, infatti, viene data l’opportunità di partecipare a
giovani di talento all’inizio della loro carriera. Grazie all’accordo fra Marcello Coronini, Amoretti Spa e Jeunes Restaurateur d’Europe, Gusto in Scena offre a 15 chef emergenti, selezionati
dall’associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe, l’opportunità di crescere professionalmente partecipando a Chef in Concerto. Cinque neo iscritti e dieci candidati ad entrare nella
prestigiosa associazione Jeunes Restaurateur d’Europe, che riunisce i migliori nomi della ristorazione europea under 40, partecipano gratuitamente grazie all’accordo fra l’organizzatore
Marcello Coronini e Amoretti Spa, che copriranno infatti integralmente i costi della loro presenza.
» Con questa azione vogliamo sostenere la ristorazione di qualità » afferma Marcello Coronini » Di solito ai congressi gastronomici partecipano chef di lunga esperienza
e quasi mai i giovani, che difficilmente possono permettersi questo tipo di investimentoCon questa iniziativa daremo l’opportunità ai più promettenti giovani chef e i loro
assistenti di arricchire il bagaglio di conoscenze. Indirettamente questo contribuirà allo sviluppo della cucina italiana, parte integrante della nostra cultura e tradizione.»

Oltre a questa partecipazione nell’ambito di Chef in Concerto, Gusto in Scena ha voluto offrire un’opportunità unica anche gli studenti della Scuola Alberghiera Barbarigo di Venezia. Con
una forte rappresentanza della scuola i giovani contribuiscono con il proprio lavoro, sia in sala che in cucina, al successo dell’evento. Dall’altro canto l’organizzazione offre loro la
possibilità di partecipare ogni giorno ai lavori di Chef in Concerto, invitando gratuitamente trenta studenti fra i migliori dell’istituto.
Un’operazione che fa bene all’offerta dell’accoglienza veneziana.

L’evento continuerà fino a domani, 5 marzo, con un ricco programma e nomi importanti della ristorazione.
Domani alle si terrà il talk show sul tema Ristorazione e Salute, aperto al pubblico, che vedrà l’intervento del farmacologo Francesco Scaglione accanto a grandi chef.