La salvaguardia dell’ambiente e la salute del corpo e dello spirito, saranno questi, oltre naturalmente alla protagonista della giornata, la Grappa vera e propria, gli argomenti centrali che
Distillerie Francoli proporrà per Grapperie Aperte. L’azienda, prima distilleria in Italia ad aderire al progetto Impatto Zero©, aggiungerà nuovi contenuti al cammino verso
l’ecocompatibilità, intrapreso in questi anni.

Per la giornata Distillerie Francoli offrirà ai visitatori non solo un viaggio alla scoperta della Grappa ma anche momenti originali ed educativi. Verrà anzitutto presentato il
progetto Pellet: ideale proseguimento del cammino intrapreso con Impatto Zero© per la tutela ambientale, Francoli mostrerà in anteprima come gli scarti di lavorazione della Grappa
possano diventare un apprezzato combustibile. In un’area appositamente dedicata verrà quindi spiegato il metodo di produzione e le caratteristiche tecniche del Pellet ottenuto dalle
vinacce; i visitatori potranno così conoscere, vedere e toccare con mano il prodotto. Il Pellet Francoli in futuro sarà disponibile anche per i consumatori, che potranno
acquistarlo e utilizzarlo nelle normali stufe a pellet per il riscaldamento di casa.

Durante la giornata il pubblico potrà poi conoscere una parte della vinaccia poco usata: il vinacciolo. L’azienda, infatti, è sempre stata attenta a valorizzare le
proprietà del seme d’uva, generalmente poco note. Ai visitatori verranno spiegate le proprietà termiche del vinacciolo e le caratteristiche che rendono l’olio di vinacciolo un
alleato indispensabile per la salute dell’organismo. Ed i più curiosi potranno provare personalmente tutte le virtù di questo piccolo seme.

Grapperie Aperte sarà anche l’occasione per capire come la Grappa possa far bene alla salute: dopo il successo ottenuto durante Vinitaly, verrà infatti riproposto il massaggio
alla Grappa. L’uso cosmetico degli estratti concentrati dell’uva è già noto da tempo, ma l’utilizzo del distillato e dei composti della vinaccia per un gradevole massaggio
può essere una piacevole scoperta. La Grappa, in particolare, migliora la microcircolazione capillare, permettendo così un maggiore e più rapido assorbimento cutaneo delle
sostanze attive contenute nella vinaccia.

Durante tutta la giornata esperti dell’ANAG (Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa) accompagneranno i nasi e le bocche dei visitatori nella degustazione delle varie tipologie di Grappe
Luigi Francoli.

Infine Distillerie Francoli riserverà un’area alla cultura della Grappa, grazie alla mostra di libri e documenti storici sulla distillazione che nel corso dell’anno sono custoditi nella
biblioteca Francoli di Ghemme. Nino Ferrari, responsabile della biblioteca, sarà a disposizione dei visitatori per rispondere alle domande e fare rivivere tutto il fascino di questi
testi.

Già lo scorso anno Distillerie Aperte è stato un successo per l’azienda, che in un solo giorno ha ospitato più di 1.500 visitatori.

Distillerie Aperte infatti è ancora l’evento nazionale più importante per fare conoscere al grande pubblico come si produce e si degusta la Grappa.
Grapperie Aperte sarà dunque un vero e proprio viaggio alla scoperta del mondo della distillazione, alla sua gente ad alla sua storia. Un mondo indubbiamente affascinante, interamente
costruito intorno all’acino d’uva.