GRUPPO CREMONINI: approvato il progetto di bilancio d'esercizio e consolidato 2007

Il Consiglio di Amministrazione di Cremonini SpA (CRM MI) ha approvato oggi a Castelvetro di Modena il progetto di Bilancio d’Esercizio e Consolidato 2007, che verrà sottoposto
all’Assemblea degli Azionisti in programma per il prossimo 26 aprile, presso la sede sociale.

Principali risultati economici consolidati dell’esercizio 2007

Nel corso del 2007, il Gruppo Cremonini ha realizzato ricavi totali consolidati per 2.482,4 milioni di Euro, pari ad un incremento del 5,7% rispetto ai 2.348,8 milioni di Euro dello stesso
periodo del 2006.

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) ha raggiunto i 148,8 milioni di Euro ( 7,0% rispetto ai 139,1 milioni di Euro del 2006), mentre il Risultato Operativo (EBIT) è stato pari a 93,8
milioni di Euro ( 6,8% rispetto agli 87,8 milioni di Euro del 2006).

Il Risultato della Gestione Caratteristica, che nel 2007 si è attestato a 46,3 milioni di Euro rispetto ai 56,4 milioni di Euro del 2006, è stato penalizzato dalle differenze
negative di cambio Euro/Dollaro, che nell’anno hanno inciso per 8,4 milioni di Euro.

L’Utile Netto di Gruppo è stato pari a 10,0 milioni di Euro (11,6 milioni di Euro del 2006).

Risultati della Capogruppo Cremonini S.p.A. e proposta di dividendo

La capogruppo Cremonini S.p.A. ha realizzato ricavi totali per 144,2 milioni di Euro in linea con i 143,0 milioni di Euro del 2006 ed un utile netto di 10,8 milioni di Euro in crescita rispetto
agli 1,3 milioni di Euro del 2006.

Il Consiglio di Amministrazione ha proposto agli Azionisti la distribuzione integrale dell’utile netto corrispondente ad un dividendo lordo di 0,080 Euro per azione. Il CdA ha indicato come
data di pagamento del dividendo il 22 maggio con «stacco cedola» il 19 maggio.

Risultati dei tre settori di attività nel 2007

Nel settore della distribuzione i ricavi totali sono stati pari a 1.064,7 milioni di Euro, in aumento del 9,5% rispetto ai 972,7 milioni di Euro del 2006. L’EBITDA ha raggiunto i 69,5 milioni
di Euro (61,6 milioni di Euro nel 2006), mentre l’EBIT si è attestato a 59,7 milioni di Euro (53,4 milioni di Euro nel 2006).

Il settore della produzione nel 2007 ha registrato ricavi totali pari a 1.041,2 milioni di Euro in linea con i 1.044,5 milioni del 2006. L’EBITDA si è attestato a 51,0 milioni di Euro
(50,1 milioni di Euro nel 2006) e l’EBIT è risultato pari a 19,4 milioni di Euro (19,5 milioni di Euro nel 2006).

I ricavi del settore della ristorazione hanno registrato un incremento dell’11,9%, raggiungendo i 444,1 milioni di Euro (397,0 milioni di Euro nel 2006). L’EBITDA è stato pari a 31,4
milioni di Euro (30,1 milioni di Euro nel 2006), mentre l’EBIT si è attestato a 20,6 milioni di Euro (21,4 milioni di Euro nel 2006).

Situazione finanziaria al 31 dicembre 2007

La Posizione Finanziaria Netta al 31 dicembre 2007 si è attestata a 613,0 milioni di Euro in miglioramento rispetto ai 623,9 milioni di Euro al 30 settembre 2007.

Rispetto al 31 dicembre 2006 la PFN risulta in crescita di 28,8 milioni di Euro, dopo aver distribuito dividendi per 22,1 milioni di Euro ed effettuato investimenti per 107,3 milioni di Euro.
Questi ultimi derivano per 56,0 milioni di Euro da investimenti ordinari e i rimanenti 51,3 milioni di Euro da acquisizioni e investimenti straordinari, realizzati prevalentemente all’estero in
Russia, Congo e Polonia.

Il Patrimonio Netto al 31 dicembre 2007 è pari a 352,2 milioni di Euro, a fronte dei 348,7 milioni di Euro registrati a fine 2006.

Eventi successivi alla chiusura dell’esercizio

Nei primi giorni di gennaio 2008, la controllata MARR ha sottoscritto il contratto d’affitto del ramo di azienda di Minerva S.r.l., con opzione di acquisto, da esercitarsi entro il 31/12/2008,
per un controvalore di 700.000 Euro. Minerva S.r.l., che nel 2007 ha realizzato un fatturato complessivo di circa 6,0 milioni di Euro, opera sul Lago di Garda ed è specializzata nella
distribuzione di prodotti ittici freschi e congelati.

Il 3 marzo 2008 Cremonini S.p.A. e il gruppo brasiliano JBS S.A., il più grande produttore al mondo di carni bovine, hanno dato esecuzione agli accordi per l’alleanza strategica nel
settore delle carni. L’alleanza, che ha già ottenuto l’autorizzazione da parte delle Commissione Europea, prevede l’ingresso di JBS S.A. al 50% nell’intero settore della produzione del
Gruppo Cremonini (Inalca S.p.A. e Montana Alimentari S.p.A.).

In data 13 marzo, il Gruppo ha inaugurato a Padova la tredicesima steakhouse italiana a marchio Roadhouse Grill.

Evoluzione prevedibile della gestione

I risultati raggiunti nel corso del 2007, sono il linea con le stime del management e confermano l’attendibilità delle previsioni per l’esercizio 2008, per il quale si prevede un
miglioramento dei risultati reddituali.

Related Posts
Leave a reply