Proseguono con successo le serate della ventesima edizione del CocoRadicchio, ispirata all’astrologia e ai segni zodiacali, lo scorso fine settimana il Radicchio Rosso di Treviso ed il
Variegato di Castelfranco IGP, insieme a stelle e pianeti, sono stati i protagonisti nelle tavole di Barbesin di Castelfranco Veneto e di CastelBrando di Cison di Valmarino.

Venerdì 22 febbraio Onorio Barbesin, la moglie Susi e i figli Mirco e Luca, hanno accolto gli ospiti della rassegna con gusto ed eleganza, protagonisti come sempre non sono nel servizio
e nei piatti proposti, ma anche nell’allestimento, mai trascurato negli eventi al Ristorante di Castelfranco Veneto. «All’ombra» di originali palme, sostenute da tronchi di
Radicchio Variegato di Castelfranco e disposte al centro delle tavole, gli ospiti hanno potuto degustare: Tonno confit con radicchio marinato al Kurkuma; Fascinetta di radicchio e triglia alle
noci e mela verde; zuppetta di porri e croccante di variegato; lasagnetta al ragù d’oca e spadone (piatto dedicato ai segni dell’Ariete e dell’Acquario); La rosa castello incontra il
cinghiale al timo e zucca e il cervo al ginepro, abbinato ad un ottimo Wildbacher Col Sandago – Martino Zanetti; golosità di cioccolato e crema profumata alla vaniglia con composta di
arancia.

Sabato 23 febbraio, il giovane chef Sandro Burato di CastelBrando non ha deluso le aspettative dei commensali e dei patron Antonio Palazzi, Antonio Dalla Pasqua e Angelo Boscolo. La spiccata
personalità dello chef, unita al gusto per la sperimentazione, ha portato alla proposta di un menu, che partendo dalla tradizione ha spiccato per ricercatezza, creatività e
originali accostamenti di sapori. Dopo i gustosi aperitivi offerti nella imponente hall del Castello, sono state cinque le portate proposte: Insalata di radicchio castellano alla Nizzarda con
vinaigrette di patate e croccantini di pane alla paprika; scaloppa di foie gras adagiata su radicchio alla veneziana; Lasagnetta di radicchio con Soligo Selezione Oro in consomme d’astice e
coriandoli di verdure; capocollo di maialino iberico con mostarda alla mela verde, polvere di cumino e radicchio gratinato al Prosecco (piatto ispirato ai gusti di Gemelli e Capricorno);
cremoso al cioccolato bianco farcito con spadone al rum e cramble leggero alla liquirizia. Le sale del ristorante sansovino erano elegantemente addobbate sui toni dei colori dei Radicchio Rosso
di Treviso e Variegato di Castelfranco.

CocoRadicchio prosegue mercoledì 27 febbraio da Gigetto di Miane.
Info e prenotazioni:
Ristorante Da Gigetto
tel. 0438 960020
[email protected]