I nuovi diritti dei passeggeri

I nuovi diritti dei passeggeri

Pochi sanno, pero’, che da poco piu’ di un anno e’ in vigore il Regolamento CE n.1371/2007 (1) nell’Unione europea sui nuovi diritti per i passeggeri. Vediamoli in sintesi per i treni
nazionali.
Ritardo in partenza
Se il ritardo e’ superiore a 60 minuti si puo’ scegliere tra il rimborso del biglietto o il proseguimento con il primo treno utile o con servizi sostitutivi, inoltre si ha diritto a pasti sul
treno o in stazione e al pernottamento in albergo nel caso il mezzo sia disponibile il giorno successivo.
Ritardo all’arrivo
E’ previsto un indennizzo del 25% del prezzo del biglietto e della prenotazione in caso di ritardo fino a 2 ore e del 50% per ritardi oltre le due ore. Il risarcimento e’ effettuato entro un mese
dalla richiesta e puo’ essere in denaro o bonus. Per ritardi oltre i 60 minuti si ha diritto a pasti e bevande e all’eventuale sistemazione alberghiera.
Per sapere se si ha diritto agli indennizzi ci si puo’ rivolgere alle agenzie di viaggio o ai sistemi informativi di Trenitalia (biglietterie, Internet o al tel. 063000).

(1)http://eur-lex.europa.eu/LexUriServ/LexUriServ.do?uri=OJ:L:2007:315:0014:0041:it:PDF

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

Leggi Anche
Scrivi un commento