I Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT)

Una trattazione separata meritano i Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT), ottenuti con metodi di lavorazione, conservazione e stagionatura consolidati nel tempo, omogenei per tutto il
territorio interessato, secondo regole tradizionali, per un periodo non inferiore ai venticinque anni.

L’Italia vanta oltre 4.000 prodotti tradizionali. Spesso si tratta di produzioni limitate quantitativamente e coltivate su territori molto ristretti, tali da non giustificare una DOP o una IGP.
La Comunità Europea è contraria a queste produzioni e vieta la registrazione di marchi collettivi che contengano un nome geografico, proprio perché non si confondano con le
DOP e le IGP. La valorizzazione dei prodotti tradizionali o locali spetta dunque alle Regioni. Su segnalazione di Enti o organismi interessati, questi prodotti devono essere autorizzati dalla
Giunta Regionale, che ne tiene aggiornati gli elenchi suddivisi per categoria: prodotti lattiero-caseari, prodotti a base di carne, prodotti ortofrutticoli e cereali, prodotti da forno e
dolciari, bevande alcoliche, distillati.


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/giusep26/public_html/newsfood.com/wp-content/themes/logger/single.php on line 540
Leggi Anche
Scrivi un commento