I sapori dei Parchi metteranno a tavola nei ristoranti del Buon Ricordo 15000 commensali

I sapori dei Parchi metteranno a tavola nei ristoranti del Buon Ricordo 15000 commensali

Milano, 23 maggio 2007– Dal 2007 una delle principali manifestazioni che accomuna i ristoranti dell’Unione Buon Ricordo, ovvero “Attraverso un Paese e la sua cucina” si
rinnova e si arricchisce in un importante sottotitolo che recita “I sapori dei Parchi”. La manifestazione, che ha luogo ogni anno a novembre in occasione del compleanno del Touring
Club Italiano, sarà infatti dedicata a partire da quest’anno ai prodotti dei Parchi Nazionali italiani, grazie al Patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del
Territorio e del Mare. Lo hanno annunciato ieri il presidente dell’Unione Ovidio Mugnai, il vicedirettore generale del TCI Fabrizio Galeotti e Franco Benaglia del Ministero
dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, nel corso dell’incontro organizzato per festeggiare i 43 anni di vita dell’associazione.
Il dott. Vincenzo Fersino, capo ufficio relazioni internazionali del Ministero delle Politiche Agricole ha portato il saluto del Ministro Paolo De Castro sottolineando la sua attenzione per il
ruolo fondamentale della ristorazione italiana di qualità per la valorizzazione della produzione agroalimentare ed enogastronomica nazionale.

La prima tappa di questo giro d’Italia che nei prossimi anni farà perno sulle aree protette più affascinanti della penisola, sarà dedicata al Parco Nazionale dei
Monti Sibillini, meno conosciuto rispetto ai parchi storici di più antica fondazione, ma con una produzione agro-alimentare molto varia, un’estensione ragguardevole e una notevole
ricchezza di attrazioni ambientali e storiche.
Il 9 novembre, quindi, i Soci del Touring, amici e simpatizzanti dei ristoranti del Buon Ricordo (sotto cui si raggruppano oggi 123 insegne che rappresentano la migliore espressione della
cucina regionale italiana) e collezionisti dei tradizionali piatti in ceramica ceneranno contemporaneamente, in una ideale “tavolata” di più di 15.000 persone, conoscendo e
gustando prodotti agricoli,salumi e formaggi, golosità tradizionali, vini e dolci di quell’area umbro-marchigiana interessata dal parco.

“Attraverso un Paese e la sua cucina” è un “viaggio” che il Touring Club Italiano e l’Unione Ristoranti del Buon Ricordo hanno intrapreso insieme da anni
per promuovere un turismo attento a valorizzare il patrimonio culturale del nostro Paese, la conoscenza dei luoghi e la cultura dell’ospitalità italiana, nella quale i prodotti
agro-alimentari ed enogastronomici svolgono un ruolo sempre più importante.
L’iniziativa intende ora fare “un passo avanti”, andare oltre la pur autentica e valida ricchezza di prodotti tipici locali di tutto il territorio italiano, per darsi un
obiettivo di carattere promozionale destinato a dare sviluppo autentico tanto al turismo quanto alla diffusione e degustazione dei prodotti agroalimentari generati da territori protetti e
tipicizzati, quali sono appunto quelli che rientrano nei confini dei Parchi Nazionali.

Da sempre si sostiene infatti, per una corretta fruizione delle aree protette al fine di diffondere una sensibilità e cultura naturalistica e una adeguata educazione ambientale,
l’esigenza di organizzare e promuovere nei Parchi un turismo rispettoso e non invasivo, anche a beneficio delle popolazioni residenti. E, con le medesime finalità, la
necessità di valorizzare i prodotti tipici dell’agricoltura di qualità, che il Parco protegge, favorisce e propone.
Il Touring Club Italiano e l’Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo si riconoscono istituzionalmente in questi obiettivi: due associazioni senza scopo di lucro, la prima dedicata da
più di un secolo proprio allo sviluppo di un turismo di conoscenza di elevato valore socio-culturale, la seconda che da 43 anni riunisce e promuove, attraverso i suoi più di 100
ristoranti associati, distribuiti su tutto il territorio nazionale, la valorizzazione di una “cucina del territorio” di alta qualità statutariamente legata ai prodotti e alle
tradizioni locali.

I prodotti tipici del Parco dei Monti Sibillini riuniranno quindi simbolicamente attorno alla stessa tavola, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, migliaia di persone: a ricordo
dell’evento, secondo la tradizione del Buon Ricordo, sarà prodotto un apposito piatto artigianale decorato a mano dai ceramisti di Vietri sul Mare, che rappresenterà, col
solito inconfondibile stile, il parco e i suoi prodotti simbolo.

Informazioni: Unione Ristoranti del Buon Ricordo, C.so Italia 10, 20122 Milano, tel. 02 80582278, www.buonricordo.com, e-mail: [email protected]

Unione Ristoranti del Buon Ricordo
L’Unione Ristoranti del Buon Ricordo, oltre 100 insegne che rappresentano la migliore espressione della cucina regionale italiana. La loro storia, iniziata 43 anni fa,si è dipanata
in parallelo all’evoluzione dello stile di vita tricolore a tavola, ed oggi – complice di questo cammino in fieri – interseca tradizioni e cultura, innovazione e profondo radicamento alle
radici storiche della gastronomia del Belpaese.

Le new entry del 2007
MASUELLI S. MARCO, 13 GIUGNO e 13 GIUGNO 2 a Milano, SABBIA D’ORO a Belvedere Marittimo (CS), LA GAZZA LADRA a Modica (RG), IMPERIALINO a Moltrasio (CO), PAOLO PETRINI a Parigi, CASCINA
CANAMILLA a Tokyo, BAMBOO a Kanagawa (Giappone) : con queste 9 new entry del 2007, a cui si aggiungeranno da questa estate LA BULESCA a Rubano (PD) e l’ Osteria LA FEFA a Finale Emilia
(MO), i ristoranti del Buon Ricordo sono oggi 123, di cui 14 all’estero (3 in Europa e 11 in Asia, ovvero 10 in Giappone e 1 a Hong Kong). A presentarli, un’agile guida bilingue,
con informazioni sulla cucina, i locali che li ospitano, una mappa che indica come raggiungerli, la storia delle famiglie che li conducono e la loro filosofia gastronomica ed infine la ricetta
del “piatto del Buon Ricordo” di ciascuno di essi, specialità del territorio che si trasforma al termine del pranzo in un prezioso piatto in ceramica dipinto a mano, opera
degli artigiani della Ceramica artistica Solimene di Vietri, dono del ristoratore a memoria di un’esperienza gastronomica speciale. La guida viene distribuita in omaggio in tutti i
ristoranti oppure può essere richiesta alla segreteria dell’associazione.

Related Posts
Leave a reply