Per vedere tutti i video: https://www.newsfood.com/video/
Vedi anche la Web TV: https://www.newsfood.com/nfwtv

E’ un prosciutto speciale che  risale al 1797, ha sentore di castagne, ed è stato riscoperto da poco.
Ne avevamo già parlato l’anno scorso ed ora abbiamo avuto la fortuna di poterlo assaggiare, proprio qui, al Congresso di Alta cucina di Paolo Marchi

Se vi trovate dalle parti di Viareggio, provate a fare una visita al salumificio.
20 minuti di strada, asfaltata da non molto, attraverso boschi, natura e solo natura e qualche scorcio di mar Tirreno, oltre il lago di Puccini, Massaciuccoli…lassù lo smog non sanno
neppure cosa sia.
E lì troverete tutta la gamma dei salumi del territorio: la salciccia, il lardo, il salame toscano….e se non potete andare a Gombitelli? Con il corriere espresso vi mandano a casa tutti
i salumi che volete.

DOVE SI TROVA  GOMBITELLI E QUALE E’ LA SUA STORIA
A ovest del monte Prano (o Prana), situato fra i 450 e i  492 metri sul livello del mare, da cui dista in linea d’aria 12 Km, esiste  una realtà incontaminata, ricca di storia e
tradizione: Gombitelli (LU).
Citato in documenti del VII, IX, X secolo,  probabile Castellare dei Liguri-Apuani e successivamente utilizzato dai romani, nell’ XI e XII secolo fu fortificato con due torri i cui ruderi
sono ancora visibili in località La Rocca. Dopo i saccheggi dei Lucchesi, il Borgo ebbe un calo demografico.
Un gruppo di fabbri tedeschi al seguito delle armate di Carlo V, nel ‘500 si stabilì a Gombitelli avviando attività manifatturiere, fra cui la fabbricazione dei chiodi.
Il paese ebbe un nuovo sviluppo e fu comune autonomo dal 1604 al 1807.
La Chiesa e il campanile del XII secolo, furono ricostruiti nel XVII.
Gombitelli Isola Linguistica.
I pochi abitanti, imparando l’idioma dei fabbri tedeschi, dettero origine a una lingua molto particolare, della quale, in paese, qualche anziano ricorda qualcosa.
Quel  dialetto, ancora in uso negli anni 30, dopo la seconda guerra mondiale cominciò ad essere dimenticato.
L’artigianale lavorazione del ferro e dei chiodi  fu sopraffatta dall’industria e i discendenti degli ultimi fabbri, giocoforza,  presero altri altri sbocchi.
Oggi, quali eredi e testimoni dell’antica lavorazione del ferro, restano solo due Artigiani, fra cui un Triglia.
 
I Salumi Artigianali di Gombitelli invece sono una realtà attualissima, conosciuta e apprezzata in tutta la Versilia.
(Sinceramente non siamo così contenti di augurare un grande successo alla famiglia Triglia…abbiamo timore che la qualità possa risentirne ma non ci sembrano così stolti da
buttare alle ortiche oltre due secoli di storia!

Altezza giusta del territorio, assenza totale di smog, ventilazione ideale che risente della brezza marina, costituiscono il perfetto microclima per la migliore stagionatura dei salumi, nella
produzione dei quali la famiglia Triglia è esperta fin dal 1797, da più di duecento anni.

Gombitelli è un paese abbastanza isolato e per raggiungerlo c’è una strada tortuosa, oggi asfaltata, che sale fra pini e castagni offrendo scorci che spaziano fino al mare.
L’alimentazione da sempre è una necessità e dalla lavorazione del maiale si ottengono risorse buonissime, adatte ad essere conservate e mangiate alla bisogna.
E dalla necessità di allora, nasce la tradizione che oggi porta sulle nostre tavole, non solo squisiti ma, genuini salumi

LA FAMIGLIA TRIGLIA    
La Famiglia Triglia probabilmente ebbe origini precedenti alla data impressa nello stemma con  Tre Astri e banda passante, che sovrasta l’arco d’ingresso di una casa in paese.
Fra le varie ipotesi, considerando che la Triade era costituita da Sole, Luna e Venere, il cognome potrebbe derivare, appunto,  da tre astri.
La zona  fu popolata dai romani e lo stesso nome di Camaiore, di cui Gombitelli è frazione, significa “Campus Major”.
E’ probabile quindi che l’appellativo  Tre Astri, o Tri Astri, col tempo sia diventato Trja,  per poi arrivare all’attuale Triglia.
Ancora  in Lazio la pronuncia dialettale di triglia è trja.
Curiose fantasie nella ricerca di una evanescente verità.
Mentre tutt’altro che evanescente è la tradizione della famiglia: la lavorazione del Maiale tramandata nei secoli da padre in figlio, da nonno a nipote.
Dal lardo, allora prodotto povero indispensabile per il sostentamento, al famoso Prosciutto, aria buona e passione rendono i salumi artigianali Triglia semplicemente unici.
Portarli in tavola significa gustare sapori genuini, incontaminati proprio come l’aria di Gombitelli.
In famiglia o con gli amici, sarà piacevole conversare gustando un po’ di…Toscana.  
 

Salumificio Artigianale Gombitelli
Triglia M & T  snc
Loc. Gombitelli, 90/d
55041 Camaiore (LU)
Tel. 0584 971966 – Fax 0584 971 898
E-mail:  [email protected]

Giuseppe Danielli
Redazione Newsfood.com