Igiene e alimenti al banco: non basta avere i guanti

Igiene e alimenti al banco: non basta avere i guanti

Ci scrive Maurizio da Roma e ben volentieri giriamo il suo commento al Dott. Alfredo Clerici, Tecnologo Alimentare esperto in materia

Ecco cosa dice Maurizio:
La vendita di pane, salumi od altri alimenti di pronto consumo effettuata senza i guanti da parte dell’operatore è indice di inciviltà e di assoluta mancanza di igiene e rispetto verso il cliente,
Quando il Comune o le Regioni, se non lo Stato emaneranno l’obbligatorietà di tale norma igienica? La cui mancanza è inammissibile in un paese che pretende di essere civile.
Maurizio
Roma 19 febbraio 2017

 

Risponde il Dott. Alfredo Clerici,, Tecnologo Alimentare

Caro sig. Maurizio, prima di affrontare l’argomento “guanti”, sarebbe utile sottolineare l’assoluto divieto, da parte dell’operatore, di svolgere più mansioni tra loro confliggenti: caso tipico è quello di chi prima maneggia l’alimento e poi il denaro. Capisce bene che, in questi casi, guanti o non guanti, la contaminazione è assicurata. Quanto all’utilizzo di guanti da parte di chi manipola alimenti non confezionati, ciò può essere utile soltanto se:
– l’igene personale dell’addetto è garantita (se non ci si lava le mani i guanti sono inutili e la contaminazione può arrivare anche, ad esempio, da vestiario inadeguato)
– i guanti vengono sostituiti dopo un tempo opportuno (tenere troppo a lungo lo stesso paio d guanti può essere più pericoloso che non usarli per nulla). 

 

======== Nota della redazione (curiosità) ========

Qualche anno fa, al proprietario di una panetteria di Roma fu fatto un verbale perchè un commesso era senza il copricapo (quello che dovrebbe impedire ai capelli di cadere sugli alimenti che vengono serviti al banco).  La commessa risultava in regola: aveva una testa di capelli alla Mazzamauro ma aveva una crestina in testa … tipo tanga. Il suo collega invece, secondo gli ispettori,  aveva un abbigliamento non rispondente a quanto dice la legge: non aveva alcun berretto… poco importa se la sua era liscia come una biglia da biliardo! Questa è la legge!

======================================

Redazione Newsfood.com

 

=======================================

Alfredo Clerici, e la Gazzetta Normativa Alimentare Web:
“Quotidianamente vengono pubblicate due Gazzette Ufficiali (quella italiana e quella comunitaria), contenenti innumerevoli disposizioni normative riguardanti i settori più diversi tra i quali, naturalmente, anche quelli relativi al mondo dell’alimentazione.

Fondamentale, quindi, per gli operatori del settore, poter essere informati, nel più breve tempo possibile, in merito alle novità legislative riguardanti i propri ambiti di attività nell’agroalimentare.

Dal 2011 questa possibilità esiste, grazie alla consolidata iniziativa settimanale di Newsfood.com: una newsletter contenente la sintesi della principale normativa italiana e comunitaria -suddivisa per argomenti: Vino, Olio, Carne, Pesce…), inerente il settore alimentare e pubblicata nel corso della settimana nelle rispettive Gazzette Ufficiali. Possono, inoltre, esservi inseriti riferimenti a sentenze e valutazioni giurisprudenziali particolarmente significative.”

I testi integrali delle norme possono essere forniti agli abbonati su richiesta.

Come fare per abbonarsi alla Gazzetta Normativa Alimentare Web?

Inviare semplice richiesta a   Contatti Newsfood con i dati completi del mittente

banner gazzetta alimentare 500x15 Alfredo Clerici, Tecnologo Alimentare... lesperto risponde Per mangiare bene e vivere meglio, by Newsfood.com

Gazzetta Normativa Alimentare Web:

Aggiornamento professionale -via email- leggi italiane ed europee per aziende, tecnologi e professionisti del settore agroalimentare

banner gazzetta alimentare 500x15 Alfredo Clerici, Tecnologo Alimentare... lesperto risponde Per mangiare bene e vivere meglio, by Newsfood.com

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento