Igiene in macelleria in tempi di Coronavirus

Igiene in macelleria in tempi di Coronavirus

C’è tutto il mondo mobilitato per contenere a tutti icosti la diffusione di questo assassino sottile -Coronavirus o Covid 19- e c’è ancora qualcuno che ci chiede se può maneggiare denaro e manipolare cibo non confezionato usando gli stessi guanti per entrambi!

Questo signore del Varesotto -un macellaio, quindi un operatore professionale che non dovrebbe essere sprovveduto e che dovrebbe anche aver fatto un corso specifico per poter essere abilitato a gestire una salumeria- pensa che i guanti siano come una “amuchina” magica che uccide tutti i microbi e i virus che potrebbero essere sotto l’influsso del suo raggio sterminatore.

Ecco cosa ci chiede:-“… sono il proprietario insieme a mia moglie di una piccola macelleria, vorrei sapere se dopo aver servito al banco un cliente posso con gli stessi guanti manipolare le banconote per dare il resto o sono obbligato a cambiare guanti,visto che si tratta di merce che viene consumata previa cottura grazie.”

 

Per eccesso di zelo abbiamo anche scomodato  il nostro storico consulente Tecnologo Alimentare, Alfredo Clerici che ha dato questa risposta:

-“Prescindendo dalla attuale situazione, che impone limiti ben più stringenti, non posso non rilevare che manipolare denaro da parte di chi si trova poi a contatto con prodotti alimentari non confezionati (come il caso di cui trattasi) è pratica da evitare assolutamente.
Considerando la molteplicità delle possibili fonti di contaminazione è da escludere che una eventuale cottura dell’alimento possa ritenersi idonea ad eliminare ogni rischio.”

 

Probabilmente questo signore è anche sicuro di fare il proprio dovere, di stare alle regole… magari in questi tempi di Coronavirus usa anche la mascherina e ha pure la cuffietta in testa (come prescrivono le buone regole) anche  se è completamente calvo ma porta una fluente barba…

Con tutto il rispetto… vediamo di ragionare e magari cerchiamo di trovare una soluzione al problema di come possa fare un esercente che, è da solo in negozio, e deve manipolare alimenti non confezionati al banco e quindi incassare il corrispettivo…

La soluzione c’è, anzi due… si potrebbero utilizzare le carte di credito eliminando il contante.
Il negoziante, coi guanti, serve il cliente e consegna la merce e lo scontrino, dopo che il cliente ha effettuato il pagamento con  la sua carta di credito. Ma ovviamente non tutti sono possessori di carta elettronica… ed allora ecco la seconda soluzione: utilizzare una cassa automatica (funziona con banconote e/o monete,  dà il resto e lo scontrino).

Cassa automatica in un bar

 

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento