Il 14/09 il Miele Center di Torino ospita Aspettando Cheese

Il 14/09 il Miele Center di Torino ospita Aspettando Cheese

Un appuntamento speciale per il ciclo di Master of Food dedicato alle Tecniche di cucina dal mondo, organizzato da Slow Food Italia, è quello di lunedì 14 settembre alle ore 19. Il Miele Center di Torino ospiterà Aspettando Cheese, un’anteprima dell’evento dedicato alle forme del latte che si terrà a Bra dal 18 al 21 settembre. A guidare la serata sarà lo chef Ivan Milani, reduce della felice esperienza al San Quintino Resort di Busca (Cn), che potremo incontrare in questa speciale lezione. Durante la serata torinese il cibo sarà davvero lingua comune, oltre che per la sua valenza culturale universale anche perché, grazie alla collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi, permetterà a 10 coppie formate da un sordo e un amico di cimentarsi con spianatoie e fornelli, erbe aromatiche e intingoli, e ovviamente formaggi.

«Queste iniziative ci consentono di costruire un ponte tra la comunità dei sordi, che troppo spesso è esclusa dagli eventi culturali e ricreativi, e la società civile. Una vera occasione di integrazione, confronto e scambio reciproco: vogliamo anche mostrare la bellezza della Lingua dei Segni e la sua potenza comunicativa in qualsiasi ambito, a 3 anni dall’importante Legge Regionale sulla promozione della LiS in Piemonte», affermano Serafino Timeo e Giancarlo Balocco, presidenti rispettivamente della sezione provinciale di Torino e di Cuneo.

L’evento di lunedì 14 è anche un’occasione per presentare il programma di appuntamenti che saranno tradotti nella Lingua dei Segni Italiana a Cheese, grazie alla collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi e al servizio di interpretariato fornito gratuitamente dalla Cooperativa Segni di Integrazione Piemonte.

«Siamo davvero felici di sperimentare la Lingua dei Segni in questa decima edizione di Cheese, che abbiamo sempre pensato come un evento aperto a tutti, da 0 a 99 anni e con qualsiasi tipo di necessità. Cheese sarà un primo banco di prova di questa collaborazione per poi poter presentare al Salone del Gusto e Terra Madre 2016 un ricco programma di appuntamenti dedicati anche ai sordi», afferma Carla Coccolo, coordinatrice dell’organizzazione di Cheese.

I giornalisti sono invitati ad assistere a questa particolare lezione che terminerà con una degustazione dei piatti preparati.
Il numero dei posti è molto limitato, si prega di dare conferma a [email protected]

Cheese, Alle sorgenti del latte

Cheese – dal 18 al 21 settembre 2015, ormai giunta alla decima edizione – vedrà centinaia di casari e pastori italiani ed europei riuniti a Bra per presentare i loro prodotti, discutere vecchie e nuove sfide del mestiere e confrontarsi su normative e prospettive offerte dal mercato. Nel Mercato o tra i Laboratori del Gusto non mancheranno certo le occasioni per incontrarli e degustare il meglio della produzione casearia internazionale. Il programma è su www.slowfood.it

Ecco il programma degli appuntamenti dedicati ai sordi a Cheese 2015:

Venerdì 18 settembre

Ore 10,30 – Inaugurazione della decima edizione di Cheese – Le Forme del Latte(Palco, piazza Caduti per la Libertà). Intervengono: Maurizio Martina, ministro Politiche Agricole, Alimentari e Forestali; Sergio Chiamparino, presidente Regione Piemonte; Bruna Sibille, sindaco Città di Bra; Carlo Petrini, presidente Slow Food. Durante la cerimonia saranno consegnati i premi di Resistenza Casearia, dedicato a quei pastori e a quei casari artigiani che rifiutano le scorciatoie della modernità e che testardamente continuano a produrre formaggi rispettando naturalità, tradizione, gusto. Ingresso libero.

Ore 16,30 – Laboratorio del latte. Latte sì, latte no (Cortile Palazzo Garrone, Piazza Caduti per la Libertà). Il dibattito è aperto tra chi ritiene che il latte non sia un alimento adatto ai bambini e agli adulti e chi invece sostiene che sia una risorsa base della nutrizione: due tesi a confronto. Intervengono Paolo Bellingeri, nutrizionista in ambito oncologico, coordinatore clinico Unità di Cure Palliative ASL AL, Ovada; Renata Alleva, specialista in nutrizione e ricercatrice presso l’IRCCS Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna; Piercarlo Grimaldi, docente di Antropologia culturale e rettore Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Modera Andrea Pezzana, SoSD Dietetica e Nutrizione Clinica, Ospedale San Giovanni Bosco Torino. Lingue: italiano, inglese. Ingresso libero.

Ore 17,30 – TTIP: il Trattato Transatlantico, e il nostro cibo quotidiano (Palco, Piazza Caduti per la Libertà). I cittadini europei hanno detto un chiaro no al trattato transatlantico commerciale (TTIP) con gli Stati Uniti. Le ragioni per opporsi al trattato toccano il cuore della democrazia e della sostenibilità. Quali sono i possibili impatti sul nostro cibo quotidiano di questo trattato discusso a porte chiuse? Intervengono Tiziana Beghin, eurodeputata Movimento Cinque Stelle; Simone Crolla, consigliere delegato American Chamber of Commerce in Italy; Gilles Luneau, giornalista; Monica Di Sisto, Fair Watch. Modera Marta Messa, Slow Food a Bruxelles. Lingue: italiano, inglese. Ingresso libero.

Sabato 19 settembre

Ore 11 – A passeggio con l’allevatore (Via Lattea: lo spazio dei bambini, Movicentro, piazza Caduti di Nassirya). Per famiglie con bambini dai 3 ai 12 anni. Un divertente percorso per conoscere il ruolo di chi produce il formaggio e di questa filiera ne ha fatto una ragione (e uno stile) di vita: dalle etichette alla mungitura, dalla pastorizzazione alla transumanza. Piccoli e grandi mettono alla prova le loro abilità motorie e le loro papille gustative. Attività realizzata da Slow Food Educazione in collaborazione con Giovani Genitori e Circowow. L’appuntamento è riservato a famiglie con bambini sordi. Ingresso 7 € per nucleo familiare di 3 persone, 3 € per persona aggiuntiva; prezzo soci Slow Food 5 € per nucleo familiare, 2 € per persona aggiuntiva.

Lunedì 21 settembre

Ore 12,30 – A passeggio con l’allevatore (Via Lattea: lo spazio dei bambini, Movicentro, piazza Caduti di Nassirya). Per le scuole primarie e secondarie di primo grado. Un divertente percorso per conoscere il ruolo di chi produce il formaggio e di questa filiera ne ha fatto una ragione (e uno stile) di vita: dalle etichette alla mungitura, dalla pastorizzazione alla transumanza. Piccoli e grandi mettono alla prova le loro abilità motorie e le loro papille gustative. Attività realizzata da Slow Food Educazione in collaborazione con Giovani Genitori e Circowow. L’appuntamento è riservato agli studenti dell’Istituto per sordi di Pianezza.

Master of Food Tecniche di Cucina dal mondo: Torino o Casablanca?

Il ciclo di Master of Food al Miele Center di Torino continua il 12 ottobre con il Maghreb di Noura Herrag, chef marocchina che ha gestito il Ristorante Darna di Torino fino a poche settimane fa, quando si è trasferita a Casablanca per nuove avventure gastronomiche. Con Noura i partecipanti vivono l’esperienza di coniugare tradizione marocchina e nuove tendenze, mettendo in tavola un couscous dalla classica cottura al vapore, nella sua versione più moderna vegan e gluten free… per finire con il profumo di rose del dessert.

Le prenotazioni sono su http://www.miele.it/elettrodomestico/eventi-cottura-315.htm

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply