Il Brunello «Prime Donne» e i formaggi di Alberto Marcomini

Montalcino – I formaggi e il Brunello, all’apparenza un argomento ovvio, perché il Brunello, come ogni grande vino rosso da lungo invecchiamento, accompagna
splendidamente i grandi formaggi, Alberto Marcomini superesperto del TG5 «Gusto» ha dimostrato che l’ovvio a volte sorprende: abbinamenti imprevedibili e emozioni forti scaturite
dal matrimonio tra il Brunello di Montalcino 2003 di Donatella Cinelli Colombini e taleggio, sora, zucca nera, testum, gran nuraghe, vezzena e caciocavallo.

La degustazione è avvenuta sabato 23 febbraio al Casato Prime Donne di Montalcino in concomitanza con «Benvenuto Brunello», l’evento annuale che assegna le stelle all’ultima
vendemmia e che ha premiato il futuro Brunello 2007 con il massimo punteggio di 5 stelle. Bellissima cornice per il Brunello e per i formaggi che Alberto Marcomini ha scelto «per
contrasto e per affinità, nel tentativo di accendere le percezioni».

Hanno partecipato alla degustazione alcuni dei vincitori delle ultime edizioni del Premio «Casato Prime Donne» che ogni anno va a chi divulga, fotografa o studia il territorio
montalcinese e soprattutto alle donne simbolo della nuova femminilità. Il Casato Prime Donne è infatti la sola cantina italiana con un organico interamente femminile e ha intorno
un trekking nei vigneti dove le vincitrici del premio hanno lasciato le loro dediche a Montalcino: Carla Fracci, Kerry Kennedy, Frances Mayes ? Grandi donne per un’enologia che cambia e vede
protagoniste le donne anche nella ricerca di nuove frontiere dell’abbinamento vino-cibo come quelle proposte da Donatella Cinelli Colombini e Alberto Marcomini.

Related Posts
Leave a reply