Reggio Emilia, 26 settembre 2007 – A poco meno di un anno di distanza dall’ottenimento del “Premio Internazionale Parmigiano-Reggiano” (istituito nel 2004 dal Consorzio del
Parmigiano-Reggiano, in occasione del 70° di fondazione, per premiare l’impegno di difesa e valorizzazione delle produzioni alimentari tipiche nel mondo) il “Café de Colombia”
è il primo prodotto non europeo a ricevere il riconoscimento di IGP (Indicazione Geografica protetta) dalla UE.

Giovedì 27 settembre a palazzo Berlaymont, sede della Commissione Europea, avverrà la cerimonia di consegna alla presenza di ambasciatori e alti rappresentanti della Commissione
Europea e del Paese latinoamericano. Tra i protagonisti vi sarà anche il direttore del Consorzio del Parmigiano-Reggiano, Leo Bertozzi.

“Questo atto dell’Unione Europea – sottolinea Bertozzi – rappresenta una doppia ragione di soddisfazione per il Consorzio: da una parte è in linea con le motivazioni che ci hanno portato
ad assegnare il nostro premio, vale a dire la diffusione della cultura delle Indicazioni Geografiche nel mondo; dall’altra si rende merito ad una organizzazione – la Federazione Nazionale dei
Cafeteros – impegnata a fondo, da 80 anni, per migliorare le condizioni di coltivazione e la vita delle popolazioni legate alla produzione del Café de Colombia”.

“In questo lungo arco di tempo – prosegue Bertozzi – la Federazione ha tra l’altro organizzato un sistema di protezione sociale con meccanismi che, anche nei momenti di crisi di mercato,
offrono garanzie ai produttori colombiani”.

L’invito al Consorzio a partecipare alla consegna del riconoscimento è giunta dal direttore della Federazione Nazionale dei Cafeteros, Luis Fernando Samper, che all’atto della consegna
del “Premio Internazionale Parmigiano-Reggiano disse: “sostenere il caffè in Colombia significa aiutare un numeroso gruppo di lavoratori e persone oneste che si impegnano ogni giorno per
migliorare la propria vita, ed è un modo per sostenere un’intera nazione”.