Il Corpo Consolare di Milano, in rappresentanza di 123 nazioni, incontra le imprese italiane

Il Corpo Consolare di Milano, in rappresentanza di 123 nazioni, incontra le imprese italiane
Oggetto: Corpo Consolare di Milano e della Lombardia – Incontro Networking Cocktail in Sala Camerana di Assolombarda con il mondo della impresa. – IEA informa
Data: 21 marzo 2018 16:05:39 CET

 

Il Corpo Consolare, il più numeroso al mondo, in visita in via Pantano

DIPLOMAZIA ECONOMICA IN ASSOLOMBARDA A MILANO

Diplomazia economica in Assolombarda a Milano.  La rappresentanza delle 6.000 imprese (prime per export, 340.000 lavoratori) ha accolto il Corpo Consolare che rappresenta 123 Paesi nel capoluogo lombardo (il più alto numero al mondo avendo superato New York)  per un Networking Cocktail, un cordiale, informale incontro, coordinato dal vice Decano del Corpo consolare Patrizia Signorini, che ha avuto per tema l’attrattività e la posizione internazionale della metropoli.

Alla presenza di un selezionatissimo numero di invitati – tra questi alcuni dei più noti nomi dell’imprenditoria italiana assieme ad esponenti di quella borghesia che ha fatto grande la città –  il presidente Carlo Bonomi e il vicepresidente Enrico Cereda hanno elencato le cifre e i dati che sanciscono la leadership di Milano: 12° posto nelle classifiche europee (in due anni ha scalato 9 posizioni), all’ avanguardia nello sviluppo tecnologico e nell’innovazione (più 14% di brevetti nel periodo 2014-2017), ospita più di 3.600 multinazionali delle quali 90 fatturano oltre un miliardo di euro; 12.600 stranieri nelle nostre università; il 76 per cento delle imprese è export oriented; il sistema culturale, il livello della qualità di vita gareggiano senza complessi con metropoli di ben maggiori dimensioni. Perché la vocazione di Milano, e legittimo è l’orgoglio di chi pronuncia queste parole,  è di competere non solo in Europa ma nel mondo.

Questa la realtà oggi. Ma, comprensibilmente, chi intende investire – in una azienda come in una città – si preoccupa del futuro. Ebbene, assicurano in via Pantano, Milano, che oggi è tra le 75 città più importanti nel mondo, sarà tale anche nel 2025 mentre il prestigioso club verrà abbandonato da città quali Roma e Barcellona.

Ecco il principale motivo per cui in una città non capitale si concentra il maggior numero di rappresentanze consolari al mondo. Una diplomazia – ha confermato Walid Haidar, decano del Corpo Consolare – che continuerà a collaborare strettamente con questa città in continua crescita non solo economica, ma pure sociale e culturale, svolgendo fondamentali funzioni quali la diffusione del made in Milan, e quindi in Italy, e di trasmissione di culture diverse che qui trovano il loro magnifico crogiolo.

Foto:

– Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia con Peter von Wesendonk, Console aggiunto di Germania a Milano

– Achille Colombo Clerici con Cesare Castelbarco Albani
Redazione Newsfood.com
Related Posts
Leave a reply