Sapevamo che gran parte della verdura avesse diverse proprietà preventive antitumore, ma ora una ricerca irlandese ci svela qualcosa di più preciso, c’è un particolare tipo
di insalata che può contribuire notevolmente a ridurre la possibilità di sviluppare svariate forme di carcinoma: il crescione.

Secondo gli scienziati della Ulster University, come riporta il quotidiano inglese «The Times», questa varietà sarebbe in grado di tagliare del 22,9% i danni causati dalle
cellule cancerose ai globuli bianchi. Non solo: il crescione può alzare i livelli di antiossidanti capaci di assorbire i radicali liberi (le molecole che l’organismo produce come scorie
e che sono responsabili dell’invecchiamento).

Da segnalare la posizione scettica di un altro quotidiano inglese, il «Financial Times», secondo cui la notizia andrebbe presa con le pinze: poiché lo studio è stato
finanziato dalla Watercress Alliance, un’associazione a sostegno del crescione, c’è il sospetto che l’intera operazione potrebbe essere soltanto un modo per sollevare artificiosamente le
vendite.