D: E’ possibile prevedere per la provvigione un compenso minimo fisso? La provvigione spetta anche sugli affari eseguiti dopo la conclusione del rapporto?

R: Il compenso che spetta all’agente per la sua attività è generalmente fissato in misura percentuale anche se si può prevedere un compenso minimo fisso, ma questo deve
essere di entità marginale, dovendosi altrimenti ritenere che sussista piuttosto un rapporto di natura dipendente.
L’agente infatti assume un rischio d’impresa ed il suo compenso matura in quanto egli riesca non solo a promuovere la stipula di affari (vendite, acquisti o prestazioni di servizi), ma in
quanto l’operazione commerciale che egli promuove venga portata a compimento.
Pertanto non è sufficiente che l’agente raccolga ordini, perchè questi devono essere dapprima accettati e poi eseguiti non solo dal preponente ma soprattutto dal terzo-cliente:
l’art. 1748 cod. civ. stabilisce che il diritto alla provvigione matura nel momento della conclusione del contratto (conclusione che si attua con la comunicazione al terzo della accettazione
della proposta da parte del preponente) e che la provvigione non è esigibile fino a quando le parti non eseguono le rispettive prestazioni: ovvero la consegna della merce (o del
servizio) ed il pagamento del relativo prezzo.
L’agente può incassare la provvigione anche prima del verificarsi di tali condizioni, ma ove il terzo non adempia deve restituirle.
In altre parole l’agente può contrattualmente aver diritto a ricevere degli acconti, come stabilisce il 5° comma dell’art. 1748 e gli A.E.C.: il fatto che la percezione dell’acconto
non esclude la restituzione dimostra che la conclusione dell’affare non è condizione sufficiente, occorrendo il buon fine dello stesso.
La provvigione spetta anche sugli affari eseguiti dopo la conclusione del rapporto, se la proposta è pervenuta al preponente o all’agente in data anteriore o gli affari sono conclusi
entro un termine ragionevole dalla data di scioglimento del contratto e la conclusione è da riferire prevalentemente all’attività svolta dallo stesso.