Il Durc On Line

Il Durc On Line

Il Durc on line è il Documento Unico di Regolarità Contributiva, cioè un certificato il quale attesta che un’impresa, un’azienda o una società è in regola con il versamento dei contributi INPS, INAIL e Casse Edili. Dal 1° luglio 2015 la richiesta si compila esclusivamente online e il documento viene rilasciato in tempo reale.

Durc on line, cos’è

Il Durc è un documento che serve a certificare che un’impresa, un’azienda o una società ha versato regolarmente tutti i contributi dovuti agli enti di previdenza, di assistenza e di assicurazione. Tale certificato è essenziale per la partecipazione a gare d’appalto e subappalto di opere e lavori pubblici e la stipula del contratto, ma anche per i lavori privati soggetti al rilascio della DIA o della concessione edilizia.

Come già anticipato, il Durc è obbligatorio in diversi casi, quali:

  • Partecipazione a un appalto per la realizzazione di lavori pubblici;
  • Attestazione SOA;
  • Iscrizione all’albo dei fornitori
  • Pagamento delle fatture, dello stato avanzamento lavori e il saldo finale;
  • Concessione edilizia o DIA per lo svolgimento di lavori privati;
  • Ottenimento di agevolazioni, finanziamenti o sovvenzioni.

Come si richiede il Durc

Come si richiede il durc? La procedura nel tempo è stata notevolmente semplificata. Fino al 2003, infatti, le imprese dovevano farne richiesta separatamente all’INPS, all’INAIL e alle Casse Edili, mentre oggi possono presentare la domanda a uno solo di questi enti. Dal 1° luglio 2015, inoltre, è attivo il servizio Durc on line, tramite il quale si può verificare la regolarità contributiva immediatamente e in tempo reale. Per farlo basta collegarsi al portale INPS o INAIL indicando il codice fiscale dell’impresa/azienda o società da controllare.

Durc INAIL

Per richiedere il Durc on line è sufficiente collegarsi al portale INAIL on line www.inail.it, selezionare la voce “servizi online” e inserire le credenziali rilasciate dall’istituto per l’accesso. Una volta fatto l’accesso nel servizio dedicato “Durc online” è necessario inserire il codice fiscale e l’indirizzo PEC a cui si vuole ricevere una risposta.

Durc INPS

Per fare richiesta del Durc all’INPS basta collegarsi al portale dell’INPS www.inps.it, accedere alla sezione “prestazioni e servizi”, cliccare sulla voce “Durc-online” e accedere al servizio in qualità di utente o stazione appaltante cliccando su “seleziona”. Come per l’INAIL bisogna inserire le credenziali di autenticazioni (codice fiscale e Pin), immettere il codice fiscale e indicare un indirizzo di posta elettronica certificata, dove si desidera ricevere l’esito della verifica.

Durc Sportello unico previdenziale

Fino al 31 dicembre 2016 stazioni appaltanti e SOA potevano richiedere il documento unico di regolarità tramite il sito www.sportellounicoprevidenziale.it, ma dal 2017 le domande per il Durc sono diventate di competenza esclusiva di INAIL e INPS.

Durc tempi di rilascio

Dal 1° luglio 2015 la richiesta del Documento unico di regolarità contributiva avviene online e il rilascio è immediato. Il documento, formato pdf, è composto da quattro parti, quali:

  1. Denominazione o ragione sociale dell’impresa a cui fa riferimento, la sede legale e il codice fiscale;
  2. Termini d’iscrizione presso INPS, INAIL ed eventualmente Casse Edili;
  3. Dichiarazione di regolarità contributiva
  4. Data della verifica, numero identificativo e data di scadenza della validità del Durc on line.

Durc validità

Il documento unico di regolarità contributiva ha una validità di 120 giorni, calcolati a partire dalla data di rilascio o 90 giorni, in caso di lavori edilizi per privati.

Nel periodo di validità non può essere presentata un’ulteriore richiesta di verifica. Nel caso in cui al codice fiscale per il quale è richiesta la verifica risulti già associato un Durc on line in corso di validità, il sistema non rilascia un documento nuovo, ma lo stesso già emesso. Una volta ottenuto un Durc regolare (cioè positivo), questo può essere impiegato per tutti i procedimenti per i quali il documento è obbligatorio per legge.

Nel caso in cui, chi richiede il Durc, non è in regola con il versamento dei contributi INAIL e INPS, l’istituto competente non potrà rilasciare il documento ed entro le successive 72 ore il sistema invierà sull’indirizzo di posta elettronica certificata le cause dell’irregolarità. Per regolarizzare la propria posizione versando quanto dovuto, si ha tempo 15 giorni dalla data di interrogazione del sistema. Se le irregolarità vengono sanate, la domanda viene subito riconsiderata e viene rilasciato il documento di regolarità contributiva.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento