La prima edizione del Florence Wine Event saluta e si gode il meritato successo, la tre giorni dedicata al vino, che ha coinvolto i luoghi più affascinanti dell’Oltrarno, da piazza Pitti
a Ponte Vecchio, da piazza Santo Spirito a piazza della Passera e piazza Santa Felicita, ha registrato complessivamente ben 7500 ‘enonauti’. Tanti appassionati e addetti ai lavori che, armati
di tracolla e calice dell’evento, hanno approfittato del percorso-degustazione, animando le vie dello storico rione fiorentino, per assaporare il meglio della produzione di 44 fra le più
quotate aziende vinicole nazionali, in un contesto artistico-culturale unico.

Circa 5 mila le bottiglie offerte in degustazione fra venerdì e domenica, con etichette dai prezzi che oscillavano fra i 10-12 euro dei vini ‘base’ ai 100 euro delle migliori ‘riserve’.

UN VIAGGIO NEL ‘BUON BERE’

Il Florence Wine Event, promosso da Associazione Commercianti e Artigiani Oltrarno-Centro in collaborazione con Confesercenti, Comune di Firenze, Quartiere 1 e Camera di Commercio, con la
partnership di Sovrintendenza ai beni architettonici, Oltrarno Promuove e Associazione Albergatori Confindustria Firenze, è stato soprattutto un itinerario di riscoperta del ‘buon bere’.
Degustazioni guidate da sommelier e addetti ai lavori che hanno spiegato agli ‘enonauti’ le qualità dei vini in assaggio, le loro composizioni e tanti altri piccoli segreti che rendono
unico ogni vino. Una riscoperta ‘culturale’ di uno dei prodotti principe della Toscana e non solo, che ha permesso di spaziare fra i figli del Sangiovese, in purezza o in splendidi mix con
Canaiolo, Merlot e altri: dal Chianti al Morellino, passando per i Super Tuscan e il Brunello. Apprezzatissimi i migliori prodotti delle zone di Bolgheri, della Val di Cornia e della costa
toscana, dove predominano Cabernet, Merlot e Syrah. Spazio anche a altre regioni, con Veneto e Friuli che hanno presentato una magica selezione di bianchi: dal Gewurztraminer ai Pinot, per
giungere al Tocai.

UN’ESPERIENZA VINCENTE

“Siamo molto soddisfatti – riconosce Simone Morosi, presidente dell’Associazione Commercianti e Artigiani Oltrarno-Centro -, l’iniziativa si è rivelata un successo notevole, capace di
coinvolgere fiorentini e turisti. Migliaia di persone che hanno riscoperto il buon vino, ma anche le antiche botteghe e l’artigianato di qualità dell’Oltrarno. Una bella vetrina per
tutta Firenze e per questo ringrazio il Comune e tutte le istituzioni che ci sono state vicine in questa prima edizione. Adesso dovremo rimetterci a un tavolo e iniziare a pensare al 2008, per
progettare insieme la nuova edizione del Florence Wine Event, riuscendo a far crescere la manifestazione e ad unire aspetto culturale e buyering”.

“Sono rimasto sorpreso – ha spiegato Riccardo Nencini, assessore alle Strategie di sviluppo del Comune di Firenze in visita al Florence Wine Event- per il grande coinvolgimento di fiorentini e
turisti. Una manifestazione che è stata un grande evento culturale di riscoperta del vino, vissuto con sobrietà e leggerezza: un momento di promozione di un prodotto unico delle
nostre terre che ha spinto migliaia di persone a misurarsi con la qualità. Il Florence Wine Event è riuscito a essere anche un momento di valorizzazione dell’Oltrarno e,
già dalla sua prima edizione, mi sento di dire che è riuscito a spiccare fra quelli organizzati anche a livello nazionale. A novembre ci siederemo intorno a un tavolo e inizieremo
a pensare anche al 2008”.