Entro il 31 gennaio 2007 il Governo si è impegnato a presentare un disegno di legge sui Pacs (le coppie di fatto), a prescindere dall’orientamento sessuale e dal genere dei conviventi.

E’ quello che è emerso dall’ordine del giorno dell’Unione in Senato del 7 dicembre scorso, quando è stato affrontato, per l’ennesima volta, il tema dell’equiparazione delle unioni
di fatto alle “unioni tradizionali” e delle discriminazioni che ne sono fino ad oggi derivate.

Pertanto il Governo si è impegnato ad affrontare il tema dei Pacs e dei loro diritti, anche dal punto di vista fiscale al fine di raggiungere una soluzione soddisfacente del problema.