Il Gruppo Il Sole 24 Ore arriva in Borsa

“Sappiamo di poter essere leader con la ricerca costante della qualità e con la passione: capire il mondo che cambia e fornire gli strumenti di analisi e di intervento professionale
è una sfida affascinante, una sfida che ha nella “cultura dei fatti”, negli interessi reali dei cittadini e delle imprese, la sua stella polare”.

Così il presidente del Gruppo il Sole 24 ore, Giancarlo Cerutti, descrive il quotidiano ed il progetto multimediale con cui esso si integra per annunciare l’entrata in borsa del
Gruppo.
Cerutti, infatti, ha deciso di spiegare ai lettori le scelte che l’azienda sta mettendo in atto per “rafforzare la qualità dei prodotti giornalistici e dei servizi professionali
giornalistici” che il Gruppo offre quotidianamente alle imprese.
E così, in una lettera destinata a coloro che fruiscono ogni giorno dei servizi del Sole, Cerutti invita a sostenere “i programmi di sviluppo” del Gruppo in modo che questo possa
“raggiungere i lettori con tutti i mezzi che la tecnologia oggi mette a disposizione” e che sia “sempre di più il punto di riferimento per la serietà, la credibilità e
l’autorevolezza” dell’informazione.
Da alcuni mesi, infatti, il Gruppo Il Sole 24 Ore ha scelto di quotare in Borsa il 30,3% del suo capitale, destinando le risorse che ne derivano al finanziamento dell’area multimediale e
dell’area professionisti all’interno del quotidiano.
I risparmiatori, pertanto, dal 19 al 30 novembre possono scegliere di sottoscrivere quote finalizzate allo sviluppo di un quotidiano che ha fatto la storia dell’informazione italiana e che da
sempre si distingue per serietà ed autorevolezza: è sufficiente siglare il modulo d’adesione all’offerta presso gli sportelli bancari e gli uffici postali incaricati per dare al
Sole un appoggio concreto “in un passaggio storico come quello della quotazione in Borsa”.

Per maggiori informazioni www.gruppo.ilsole24ore.com

Chi è Giancarlo Cerutti – Giancarlo Cerutti nasce nel 1950 a Casale Monferrato (AL) ed è erede del Gruppo Cerutti, il gruppo multinazionale famoso in tutto il mondo per la
progettazione e la produzione di rotative rotocalco per la stampa di periodici, cataloghi e materiali di imballaggio.
Alla giovane età di 22 anni Giancarlo Cerutti comincia la propria attività nella divisione marketing e vendite dell’azienda di famiglia e poco più tardi, in qualità
di capo della delegazione della Società, vende la prima rotativa Cerutti in Giappone.
Nel frattempo continua gli studi e consegue la laurea in giurisprudenza.
Dopo la scomparsa del padre per malattia, Giancarlo Cerutti comincia a seguire anche i settori tecnici, produttivi ed amministrativi dell’azienda e nel 1981 diventa amministratore delegato di
tutte le società del Gruppo.
Grazie ad una politica innovativa e d’avanguardia, Gruppo Cerutti avanza a livello tecnologico ed amplia la gamma dei suoi prodotti, con conseguente crescita del fatturato (che tra il 1981 ed
il 2005 passa da 26 a 285 milioni di euro) e dei dipendenti (che superano i 1.250).
Già nel 1981 la guida di Giancarlo Cerutti si rivela vincente ed aumentano gli stabilimenti produttivi: cresce quello di Vercelli, mentre nascono quello di Casale Monferrato e quello di
Pittsburgh negli Stati Uniti.
Gli anni ’90, grazie a diverse acquisizioni, segnano un’ulteriore espansione del Gruppo a livello mondiale: la Flexotecnica a Tavazzano in Italia, la Zerand Corporation a Milwaukee in Usa,
l’Iberica AG a Barcellona in Spagna, la Bernal Inc. nel distretto di Detroit in Usa, che porta con sè la Shanghai Bernal Yawa Printing and Packaging Machinery Co. Ltd.
Il 1995, invece, vede la nascita della Cerutti Asia Pte. Ltd. che garantisce assistenza e promozione per i prodotti del Gruppo Cerutti in tutto l’Estremo Oriente, mentre nel 1999, grazie alla
Cerutti China Limited, arriva anche l’assistenza tecnica.
Un altro anno importante per Giancarlo Cerutti è 2003, quando viene inaugurato un nuovo Centro Ricerche a Vercelli e progettato un centro di progettazione a Trivandrum in India.
Nel corso degli anni, Giancarlo Cerutti riveste anche altre cariche di spicco (quali la vicepresidenza di Confindustria) e nel gennaio 2007 diventa presidente de “Il Sole 24 ore”.
“Sento forte in me la responsabilità di presiedere il gruppo del Sole 24 Ore nel possibile passaggio storico dell’apertura al mercato. Si tratta di una fase importante e significativa
per l’azienda”. Con queste parole Giancarlo Cerutti ha accolto la nomina, pensando alle possibilità di sviluppo per il Sole, tra cui la quotazione in Borsa del gruppo editoriale.

Related Posts
Leave a reply