Il Ministero della Salute dice sì al decreto sulle malattie professionali

“Si tratta di un risultato importante che darà ulteriori garanzie ai lavoratori del nostro Paese e che amplia in modo significativo il regime delle tutele nei confronti delle malattie
professionali”.
Così il sottosegretario alla Salute, Gianpaolo Patta, ha commentato lo schema del decreto interministeriale che aggiorna l’elenco delle malattie professionali e sul quale il Ministero
della Salute ha espresso parere positivo.
Dopo cinque anni, dunque, le tabelle delle patologie causate dallo svolgimento dell’attività lavorativa vengono ampliate inserendo nuove tipologie quali la sordità derivante al
lavoro in ambienti in ambienti in cui i rumori superano gli 80 decibel e le malattie muscolo-scheletriche provocate da movimenti ripetitivi, come quelli delle catene di montaggio.
Il decreto, che secondo Patta sarà a breve varato in via definitiva, rappresenta “un risultato importante che darà ulteriori garanzie ai lavoratori del nostro Paese e che amplia
in modo significativo il regime delle tutele nei confronti delle malattie professionali”.
Anche i segretari di Cgil, Cisl e Uil hanno espresso apprezzamento per i contenuti del decreto, che permette ai lavoratori di ricevere dall’Inail le prestazioni relative a nuove patologie
professionali da cui troppo spesso vengono colpiti

Related Posts
Leave a reply