Il Molino Ca.Me.Ma nella filiera del famoso Pane D.O.P. di Altamura

Il Molino  Ca.Me.Ma nella filiera del famoso Pane D.O.P. di Altamura

Vedi altri articoli Speciale Eccellenze di Altamura Clicca qui

 

Il Molino  Ca.Me.Ma nella filiera del famoso Pane D.O.P. di Altamura

Molino  Ca.Me.Ma: Le Farine con tanto di… Cappelli !

Correva l’anno 1984 quando  i tre ragazzi  si conobbero come dipendenti, per poi dare vita  nel 2002  ad un loro sogno

Altamura,   5 dicembre, 2016
– Giovanni Mercadante, giornalista, corrispondente Newsfood.com

Tre giovani imprenditori altamurani  che esportano semola rimacinata anche in estremo oriente
IL MOLINO CA.ME.MA. NELLA FILIERA DEL FAMOSO PANE D.O.P. DI ALTAMURA

 I soci fondatori del molino CA.ME.MA. Da sinistra: Leonardo Massaro, Giovanni Mercadante, Lorenzo Calia

I soci fondatori del molino CA.ME.MA.  Da sinistra: Leonardo Massaro, Giovanni Mercadante, Lorenzo Calia

 

 

Altamura, capitale dell’Alta Murgia Barese, è nota per l’Arte bianca, nella cui filiera sono presenti le aziende agricole dedite alla coltivazione del grano duro e alla sua trasformazione attraverso i molini per l’ottenimento della semola rimacinata e i forni a legna per la panificazione del famoso Pane D.O.P.

Tutte aziende che fanno sistema e quindi indotto, generando in tal modo volumi di lavoro con una solida economia territoriale. Nell’ambito delle   tante aziende molitorie che costellano la periferia della città,   riconoscibili attraverso i  loro enormi silos, il molino  CA.ME.MA. rientra tra queste belle realtà. La ragione sociale  CA.ME.MA. è l’acronimo di Calia Lorenzo, Mercadante Giovanni e Massaro Leonardo.
Correva l’anno 1984 quando  i tre ragazzi  si conobbero come dipendenti, per poi dare vita  nel 2002  ad un loro sogno.

Foto di gruppo, da sinistra: Clemente Saverio, Raffaele Massaro, Leonardo Massaro (padre), Antonio Lorusso e Lorenzo Calia

Foto di gruppo, da sinistra: Clemente Saverio, Raffaele Massaro, Leonardo Massaro (padre), Antonio Lorusso e Lorenzo Calia

 

 

I  tre giovani mugnai avevano già consolidato un background professionale e tra le varie scelte da adottare per il loro avvenire, affiorava sempre più preponderante la soluzione di aprire un piccolo molino tutto proprio,

Per un paio di anni, tra riflessioni e decisioni altalenanti, decisero definitivamente nel 2004 di investire nel loro futuro. Purtroppo, nel Meridione le banche aprono i loro forzieri solo previo garanzie, fideiussioni e ipoteche sulle case o altri immobili. Per una modestissima somma di € 10.000,- le banche  avevano avanzato cavilli di ogni sorta.

Superato questo inghippo burocratico, fu preso in fitto un capannone in c/da Crapulicchio, dove ha sede attualmente l’opificio. Commissionati gli impianti molitori, questi furono subito messi  a regime con la produzione. Sono passati  12 anni da allora. La sfida che avevano lanciato è stata coronata da successi crescenti.

 Leonardo Massaro all’insaccatrice

Leonardo Massaro all’insaccatrice

 

Il molino CA.ME.MA. si è creato una nicchia di mercato macinando nei suoi impianti  grani biologici coltivati nei territori di Puglia e Basilicata; tra le “cultivar”  sono utilizzate  anche le  varietà,  Senatore Cappelli, Farro Dicoccum, Spelta e Monococco.
Le coltivazione sono eseguite da aziende agricole dove si riscontrano come  partner principali le Società Alce Nero  e Mielizia, dell’Associazione di Don Luigi Ciotti, Libera Terra.
La produzione della Cooperativa Le Matine, che annovera circa 300 soci tra pugliesi e lucani, viene altrettanto conferita alla CA.ME.MA.

La qualità del prodotto finito è di altissimo livello e questo premia il molino con la fidelizzazione di molti clienti che non badano al prezzo, ma soprattutto alla bontà delle semole.

Il punto di forza della CA.ME.MA. è  una semola rimacinata destinata alla panificazione e pastificazione  accompagnata da una certificazione di qualità che ne  attesta l’assoluta autenticità dell’origine, tutelando sia i trasformatori (panificatori e pastifici) che i consumatori.

Antonio Lorusso, Reparto magazzino

Antonio Lorusso, Reparto magazzino

 

La produzione giornaliera  è di diverse centinaia di quintali, di cui una piccola parte è  destinata a panificatori e pastifici locali, mentre tutto il resto è indirizzato a clienti del nord Italia nonché  in Cina e Giappone. Il grano prodotto nell’Alta Murgia rientra nel piano annuale di produzione della Puglia, dove figurano i nomi degli agricoltori con le loro quote di conferimento.

Inoltre, il molino fa parte dell’A.M.C./Associazione Meridionale Cerealisti di Altamura, il cui organismo, detto comunemente “Il Borsino”, determina l’andamento settimanale dei prezzi dei cereali.
La compagine aziendale è formata dai soci fondatori con ruoli specifici:
Giovanni Mercadante, Amministratore Unico;
Leonardo Massaro, Responsabile Marketing;
Lorenzo Calia, Responsabile di Produzione.

MOLINO CA.ME.MA. S.R.L.
Contrada Crapolicchio , SNC
70022 ALTAMURA (BA)
Tel. 080 3115517

=============================================                                                                                                                                                                                                     giovanni-mercadante-giornalista

Speciale Eccellenze di Altamura:
Storie di aziende dell’agro-alimentare
raccontate da Giovanni Mercadante
Corrispondente da Altamura per Newsfood.com

Altamura, capitale dell’Alta Murgia Barese,
la filiera del grano duro consolidata nell’animo
dei protagonisti:

-F.LLI RIFINO, cereali e legumi
MOLINO CAMEMA, semola rimacinata
MOLINO-PASTIFICIO  MARTIMUCCI:
semola rimacinata e pasta fresca
-PANIFICIO LA MAGGIORE/Pane D.O.P.
BISCOTTIFICIO DI LEO
PASTICCERIA CAPUTO: dolciumi
VITO ADORANTE, cereali e legumi
==============================================

Contatti: Redazione Newsfood.com

 

Leggi Anche
Scrivi un commento