Il Montepulciano d’Abruzzo è la doc più premiata: con i suoi 800mila ettolitri prodotti ogni anno provenienti da 14mila ettari iscritti, è una delle tre doc italiane
più importanti, con un volume di affari 350 milioni di euro, con una quota del 50% destinata all’export, principalmente Stati Uniti e Germania (con il 25% ciascuno) seguiti da
Inghilterra, Canada e dai paesi del Nord Europa.

Negli ultimi anni, proprio il Montepulciano d’Abruzzo è stato uno dei vini più richiesti e più venduti nella gdo italiana, proprio in virtù del virtuoso rapporto tra
qualità, quantità e prezzo.

Un risultato – si legge in una nota stampa a Vinitaly della Regione Abruzzo – che gratifica l’impegno di tutti i produttori e delle istituzioni a sostegno di una qualità
finalmente apprezzata in tutto il mondo. A questo successo fa riscontro il secondo posto tra le vendite nella grande distribuzione, conquistato, per il secondo anno consecutivo dal
Montepulciano d’Abruzzo, un dato che attesta l’ottimo rapporto qualità/prezzo.