Il Pakistan manda in tilt You Tube

Due ore di balck out quasi globale. E’ stato questo il risultato del tentativo messo in atto ieri dal governo pakistano di bloccare l’accesso al sito di You Tube «colpevole» di
diffondere contenuti offensivi per l’Islam. Islamabad voleva impedire, in particolare, la diffusione delle famose vignette satiriche danesi sul profeta Maometto.

Il motore di ricerca Google, proprietario di You Tube, ha spiegato che il blocco mondiale è stato causato da alcuni protocolli sbagliati originati dal fornitore pakistano di servizi di
telefonia e Internet che nel tentativo di bloccare l’accesso ha mandato in tilt il sito.

Leggi Anche
Scrivi un commento