Come già avvenuto nel 2006, anche quest’anno si sono tenuti in Spagna, a Valencia, le giornate professionali europee dedicate alla panificazione. Il vicepresidente nazionale Italiano e
presidente dei panificatori Romani Bernardino Bartocci con il membro di giunta Fabio Bianchi hanno dato dimostrazione di maestria nella preparazione di pani tipici del Lazio. In particolare
hanno suscitato l’entusiasmo dei presenti con la pizza bianca romana semplice e farcita.

Contemporaneamente, nelle due giornate di incontri tra il presidente della Federazione Italiana Echino Jerian e Jose Báguena Canet, presidente di FEGREPPA (denominazione della
federazione panificatori Valenciana) sono stati affrontate questioni comuni relative al rafforzamento delle imprese di panificazione artigianali, allo sviluppo di nuovi prodotti, alle
potenzialità ancora inespresse del settore ed in particolare alla necessità di un’azione comune sovranazionale mirata, anche in ambito comunitario, a rafforzare l’immagine del
pane fresco artigianale e delle aziende che lo producono.

E’ intenzione comune delle due organizzazioni giungere a metà novembre ad un incontro preparatorio al fine di predisporre, nella primavera del 2008, una conferenza del Mediterraneo sulla
panificazione artigiana. Ad essa dovrebbero essere invitati a partecipare rappresentanti dei panificatori di tutti i paesi che si affacciano sul mediterraneo, sia appartenenti all’Unione
Europea come Italia, Spagna, Grecia, Portogallo, Slovenia, Croazia, e Francia ma anche quelli esterni all’Unione anche, Marocco, Libia, Malta, Israele e Turchia. Finalità della
Conferenza lo scambio informativo relativo alle tecnologie di panificazione ma anche e soprattutto un interscambio di carattere sindacale che metta a confronto abitudini alimentari e di
consumo, norme produttive, aspetti giuridici e tecnologici della panificazione in Paesi così diversi e lontani tra loro ma accomunati storicamente da quella grande via di comunicazione
che è rappresentata dal Mare Nostrum.

A tal fine sono già in corso i primi contatti preparatori anche tramite le ambasciate dei paesi potenzialmente coinvolti dalla Conferenza. Una prima riunione preparatoria dovrebbe
tenersi a metà novembre in Italia per fare il punto sullo stato di avanzamento dell’iniziativa

www.fornaioamico.it