Il presidente Bush: «preoccupato per rallentamento dell'economia»

Economia e guerra in Iraq, questi i temi principali del discorso sullo Stato dell’Unione pronunciato dal presidente degli Stati Uniti George Bush, l’ultimo del suo mandato. Il presidente non ha
utilizzato il termine «recessione», ma ha espresso preoccupazione per il rallentamento dell’economia sollecitando il Congresso ad approvare al più presto il pacchetto dal 150
miliardi di dollari per rilanciare produttività e consumi.

Bush ha chiesto inoltre che le riduzioni fiscali già adottate, destinate a scadere nel 2010, diventino permanenti. Ottimismo invece sul fronte della guerra in Iraq: «I nostri
nemici sono stati colpiti duramente. Al Qaida è in rotta» ha detto Bush ribadendo che un ritiro frettoloso pregiudicherebbe i risultati ottenuti. Il presidente ha poi parlato
dell’Iran, intimando a Teheran di sospendere il programma nucleare.

Leggi Anche
Scrivi un commento