Creare una cabina di regia regionale per coordinare le attività culturali, politiche ed economiche dedicate al Mediterraneo. Questa l’idea che il presidente della Regione Lazio,
Piero Marrazzo, ha annunciato oggi alla conferenza stampa di presentazione della seconda edizione del Festival “Il Lazio tra Europa e Mediterraneo”, la manifestazione che per tutto
il mese di giugno vedrà, sparsi sull’intero territorio regionale, incontri, convegni e mostre sul tema del “Mare Nostrum”.

”Finito il Festival daremo vita a una cabina di regia regionale – ha detto Marrazzo -. In Regione abbiamo realizzato molte iniziative sul Mediterraneo. Ora abbiamo bisogno di una cabina di
regia tra la parte culturale dell’evento, quella politico-istituzionale, come la Fondazione della Casa delle Regioni del Mediterraneo, e quella economica e commerciale”.

Il presidente Marrazzo ha poi sottolineato che quest’anno parteciperà alla manifestazione anche Sviluppo Lazio (nei giorni del 20 e 21 giugno) con diverse iniziative sul tema
dell’interscambio economico e imprenditoriale nell’area del Mediterraneo che si svolgeranno presso la sala Zanardelli del Vittoriano.

Presentando il Festival, il presidente della Regione ha ricordato che il Mediterraneo è costituito da ”un mare e dei territori che sono visti sempre come un’esplosione di vita e
gioia, ma spesso anche come aree di crisi. Tutto questo condensato di vita – ha aggiunto – deve essere costantemente vissuto, attraverso iniziative e incontri culturali”. Il presidente
Marrazzo ha infine concluso che in futuro il Festival potrebbe diventare ”itinerante, almeno in parte, perché sia fruibile anche negli altri Paesi”.

Alla conferenza stampa erano presenti il presidente di Sviluppo Lazio Giancarlo Elia Valori e Alessandro Nicosia, presidente di Comunicare Organizzando. Insieme a loro, anche Predrag
Matvejevic, presidente del comitato scientifico e il direttore generale dell’Unione delle Università del Mediterraneo Franco Rizzi.

www.regione.lazio.it