Conegliano – Quarto protagonista del CocoRadicchio 2008, il Ristorante Gigetto non ha deluso le aspettative e mercoledì 27 febbraio si è
confermato uno dei migliori interpreti della cucina trevigiana
, capace di proporre raffinate pietanze, che esprimono un perfetto equilibrio di sapori, elaborate con una tensione alla
sperimentazione, che non dimentica il legame con la tradizione.

Le eleganti stanze del ristorante, dove collezioni d’arte si alternano a pareti affrescate o a raccolte di rame, bicchieri, strumenti musicali, candelabri, sono state riempite da tantissimi
appassionati gourmet, accolti con la consueta simpatia dal patron Gigetto Bortolini, dalla moglie Elda e dalla figlia Monica.

Al figlio, lo chef Marco (nella foto), il compito di stupire gli ospiti con il menu a base di Radicchio, a cominciare dal delicato piatto «astrologico», dedicato, come richiesto
dalla tematica della rassegna, ai segni zodiacali della Vergine e del Sagittario: un Flan di Venere con radicchio trevigiano, crema di montasio fresco e profumo di caffè, che giocava sul
contrasto fra il gusto dolce del formaggio, il sapore del radicchio e il profumo del caffé, a decorazione del piatto.

Gli ospiti hanno poi potuto deliziarsi con: Confettura di radicchio rosso e mele, fegato grasso, pan brioche, gelatina di tardivo e frutti rossi; Crema di fagioli di Lamon, cornucopia di pane
croccante e insalata di tardivo al balsamico; Cappellacci con spadone rosso, ricotta di montagna, rape rosse dolci e cialda rustica; Filetto di maiale ai semi di senape su radicchio saltato e
ai ferri, pancetta croccante; Dolce di mele, buccia d’arancio e gelato di mela verde; Focaccia di Primavera.

In abbinamento: Franciacorta Brut – Montenisa; Prosecco DOC 2006 – Istituto Cerletti; Sauvignon 2006 – Tenuta San Tomè; Pinot Bianco 2005 – Sorelle
Bronca; Montepulciano d’Abruzzo «Harimann» 2002 – Az. Ag. Pasetti; Ramandolo 2005 – G. Dri; Prime Uve «Cru di Refrontolo Passito» –
Bonaventura Maschio.