Il Regno Unito annuncia nuovi finanziamenti destinati alle tecnologie per veicoli a bassa emissione di carbonio

Il governo britannico ha annunciato uno stanziamento di 20 Mio GBP (28,7 Mio EUR) per la ricerca volta allo sviluppo di nuovi veicoli a bassa emissione di carbonio che potrebbero circolare su
strada nell’arco di cinque o sette anni.

Il finanziamento verrà impiegato soltanto per la ricerca basata nel Regno Unito e rientra nella strategia governativa per l’innovazione dei trasporti a bassa emissione di carbonio. I
team di ricerca che lavorano su versioni a basse emissioni di carbonio di vetture per passeggeri, veicoli commerciali leggeri, veicoli pesanti per il trasporto di merci, autobus o taxi possono
candidarsi per ottenere il finanziamento, ma tutte le tecnologie illustrate nelle proposte di progetto devono essere potenzialmente commerciabili nell’arco di cinque o sette anni.

«Con il nostro investimento […] intendiamo accelerare l’introduzione dei veicoli a basse emissioni, rispetto ai tempi che impiegherebbero le sole forze di mercato», ha affermato
Ian Pearson, ministro per la Scienza e l’innnovazione.

Il ministro dei Trasporti Jim Fitzpatrick ha sottolineato l’importanza di spostare le nuove tecnologie a bassa emissione di carbonio dai laboratori alla strada e ha dichiarato che i nuovi fondi
«rappresentano un’eccellente opportunità per gli esperti del Regno Unito di contribuire a forgiare un futuro a basse emissioni per i trasporti».

Il trasporto stradale è responsabile di circa il 20% delle emissioni nazionali nel Regno Unito. Insieme ai paesi europei il Regno Unito sta cercando il modo di soddisfare gli standard UE
relativi alle emissioni di carbonio per le nuove automobili. In tale contesto, la ricerca svolge un ruolo cruciale per centrare l’obiettivo.

Related Posts
Leave a reply