Il sapore nasce dal sapere

Unico al mondo, il Museo ha sede a Roma, nella centralissima piazza Scanderbeg, vicino Fontana di Trevi. Nelle sue undici sale espositive scoprirete otto secoli di storia del “primo
piatto” nazionale, l’invenzione italiana che il mondo ci invidia!
Il piatto italiano per eccellenza, la pasta, è stato gratificato con uno dei musei in cui vi è la migliore organizzazione. Il visitatore, all’entrata, viene dotato di un lettore
portatile CD che contiene spiegazioni riguardo all’esibizione in italiano, inglese, francese, tedesco e giapponese.
Troverete in mostra i macchinari per fare la pasta dai tempi antichi ad oggi, stampe e foto di personaggi, famosi e non, che gustano questo piatto che ha fatto il giro del mondo. E’ una
visita un po’ insolita che gli amanti della gastronomia troveranno sicuramente interessante.

La storia del Museo
Il Museo Nazionale delle Paste Alimentari, unico al mondo, è anche un museo “anticipatore”, ossia il primo dedicato ad un prodotto specifico alimentare.
Al suo interno, Sala dopo Sala, si scopre come dal grano nasce la pasta e quali sono i procedimenti usati nell’impastatura e nell’essiccamento, sia nell’antico processo
artigianale che nella moderna tecnologia industriale: dalle “macchine rudimentali”, quali le prime macine in pietra, alle moderne impastatrici.
Si scoprirà anche l’invenzione tutta italiana, la più importante, che ha reso possibile lo sviluppo della pasta alimentare in tutto il mondo, ossia la creazione della
“pasta secca”. L’innovazione che ne ha permesso la conservazione in perfette condizioni per mesi ed anche per anni. Così nelle undici sale espositive, attraverso le
spighe di grano duro, Re Ruggero II, Idrìsi, Trabìa, farfalle, spaghetti e maccheroni, Totò, Ingrid Bergman, farina e semola, si può “assaporare” la
storia del nostro “Primo culturale”.

La Biblioteca del Museo
La struttura museale dispone anche di una ricca Biblioteca con un’ampia documentazione storico – scientifica. La Biblioteca, frutto di una paziente raccolta, contiene testi antichi e
moderni, aventi ad oggetto sia l’evoluzione culinaria dell’alimento, sia le tecnologie produttive. Sono anche custoditi antichi editti ed una nutrita collezione di cataloghi di pastifici
italiani e stranieri. La Biblioteca è a disposizione di coloro che vogliono compiere studi, ricerche, tesi di laurea sulla pasta e sulla “materia prima grano”.

I Seminari del Museo
In una sala del Museo, allestita con moderni sistemi audiovisivi, si svolgono “I Seminari del Museo”. Tali Seminari di studio confermano la vocazione del Museo a favorire la
conoscenza in ordine agli aspetti alimentare-dietetico, qualitativo- nutrizionale, qualitativo-produttivo, nonché a rappresentare il centro di cultura della pasta alimentare. I
Seminari sono stati realizzati con il contributo del Ministro per le Politiche Agricole e Forestali.
I Seminari vengono tenuti da docenti primari nella sede museale e sono plurilingue con traduzione simultanea. Sono rivolti in particolare ai Docenti di materie tecniche ed ai Docenti degli
istituti alberghieri, con approfondimenti degli aspetti storici, produttivi, nutrizionali e gastronomici della pasta.

Museo Nazionale della Pasta Alimentare
Indirizzo: Piazza Scanderbeg, 117, Roma, 187
Telefono: 39 06 699 1119
Fax: 39 06 699 1120
Sito Web: www.museodellapasta.it

Related Posts
Leave a reply