Il Sedano Bianco di Sperlonga diventa Igp

Il Sedano Bianco di Sperlonga diventa Igp

Bruxelles – Il “Sedano Bianco di Sperlonga” – in provincia di Latina, nel Lazio – ha conquistato per l’Italia una nuova Indicazione geografica protetta (Igp) contro imitazioni e falsi in
Europa.   

Bruxelles infatti, secondo quanto appreso dall’Ansa, ha dato oggi il via libera definitivo all’iscrizione nel Registro europeo delle Denominazioni d’origine e Indicazioni geografiche protette
(Dop e Igp) ad una pianta – il “Sedano Bianco di Sperlonga” – tipicamente mediterranea, uno dei simboli di un’orticoltura che ha radici lontane: ossia nel solco della coltura intensiva dei famosi
‘pantani’ di Sperlonga, nei pressi del Lago Lungo.   

La coltivazione e la confezione del “Sedano Bianco di Sperlonga Igp” deve essere limitato al territorio del Comune di Fondi e del Comune di Sperlonga. Viene seminato a partire da luglio, in un
clima marittimo-temperato, su terreni calcarei e alluvionali. Il prodotto di alta qualità e salubrità contiene importanti sostanze bio-attive. Dal sapore dolce e lievemente
aromatico è adatto ad essere consumato fresco, ma si presta anche alle più svariate elaborazioni culinarie.   

Ora il “Sedano Bianco di Sperlonga” è ufficialmente nella lista dei circa 900 prodotti che rappresentano l’eccellenza dell’agroalimentare europeo, in cui l’Italia è leader.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Related Posts
Leave a reply