Alessandria, 25 Settembre 2007 – I visitatori della Seconda Settimana Regionale dedicata ai diversi temi del sempre più indispensabile sviluppo sostenibile – dall’economia del
riciclo e del riuso dei materiali, al risparmio energetico, allo sviluppo delle fonti rinnovabili, alla bioedilizia, alla mobilità sostenibile, alla valorizzazione dell’acqua potabile
come “acqua da bere”, all’educazione e sensibilizzazione ambientale di giovani e adulti, alla tutela della biodiversità del territorio e dei corsi d’acqua – hanno raddoppiato i
già significativi 4000 visitatori della prima edizione e si sono, soprattutto, dimostrati interessati alle proposte degli espositori, ai prodotti e alla documentazione in distribuzione.

In centinaia hanno compilato il questionario dell’ARPA per conoscere la propria “impronta ecologica”, hanno prelevato il detersivo “alla spina” con il dispenser della Regione Piemonte, esaurito
in poche ore le originali bottiglie in vetro distribuite dall’Autorità delle Acque dell’Alessandrino e le lampadine di più lunga durata e minor consumo energetico.

Altrettanti hanno ammirato gli oggetti di raffinato design della Mostra “Remade in Italy” della Regione Lombardia e si sono meravigliati nello scoprire l’origine dei materiali riutilizzati,
hanno seguito la presentazione della pubblicazione della Provincia di Alessandria “Paesaggio: la flora e la fauna del fiume Tanaro”, il convegno sugli “Acquisti Verdi nella Pubblica
Amministrazione” e i filmati di “Cinemambiente”.

Tantissimi hanno anche affollato l’area dove si sono svolti i concerti di Luca Volontè e Francesco Baccini e quello, ugualmente intenso, dell’Orchestra Classica di Alessandria.
La dimensione di questa partecipazione a Ecolavori, a una fiera di settore, certo di qualità ma in sé di non facile presa sul pubblico, dove non erano in vendita prodotti di
consumo e in giornate caratterizzate da una offerta pluralista di eventi, evidenzia l’accresciuta sensibilità di una parte considerevole di cittadini verso le tematiche ambientali.
Fenomeno positivo che rappresenta per le istituzioni e le organizzazioni delle categorie economiche e produttive un nuovo, impegnativo ambito di ricerca e di studio, che deve essere in grado di
fornire risposte adeguate alle domande e alle richieste dei cittadini.
Come Provincia, in quanto soggetti promotori ed organizzatori insieme all’assessorato all’Ambiente, siamo convinti che “Ecolavori” possa rappresentare anche un’opportunità di sviluppo
economico e di qualità per una parte significativa dell’apparato produttivo provinciale.
Il successo di quest’anno deve ora consentirci di preparare al meglio una terza edizione che ne accresca il carattere sovraprovinciale, ne confermi gli elementi di eccellenza regionali e
nazionali, facendo della manifestazione un appuntamento interessante per gli operatori economici di settore delle Province del Nord-Ovest.

Nel contempo, adesso che “Ecolavori” si sta affermando, occorrerà che, accanto al fondamentale sostegno della Regione Piemonte, si amplifichi l’adesione e l’attiva partecipazione da
parte di tutte le categorie delle attività economiche e produttive interessate ad uno sviluppo sostenibile e di qualità del territorio provinciale.

Renzo Penna Paolo Filippi
Assessore Provinciale all’Ambiente Presidente della Provincia