A Cremona (10-13 novembre) numerosi eventi per mettere in luce tutta la qualità del prodotto italiano. Molti gli incontri attesi con gli operatori della distribuzione internazionale.
Terza edizione di “Cibo e Vino a Gusto Giovanile”.

Cremona, 2 luglio 2007 – Dopo i fasti del 2006, in cui le esportazioni hanno sfondato il tetto dei 3 miliardi di euro, la crescita dei consumi di vino italiano all’estero non accenna a
diminuire, anzi.

E’ di questi giorni la notizia che le importazioni degli Stati Uniti – uno dei nostri principali mercati di riferimento del settore – sono salite del 18% in quantità; palpabile la
soddisfazione dei produttori italiani e crescente la voglia di confrontarsi sempre più spesso con nuovi mercati esteri.
Non dobbiamo dimenticare, infatti, che il 90% delle esportazioni di vino nazionale è concentrato in pochi Paesi leader. Questo, se da un lato può rappresentare una
criticità in caso di crisi dei mercati di questi Paesi, dall’altro significa che le possibilità di crescita per il prodotto italiano, decisamente apprezzato all’estero sia per
l’effettiva alta qualità, sia per la garanzia dell’etichetta made in Italy, sono enormi.

Per questo i produttori si stanno attrezzando; è forte il desiderio di mettersi in vetrina e di dimostrare, soprattutto agli operatori internazionali della grande distribuzione, quanto
vale il vino italiano. Un riscontro importante si ha nelle prenotazioni degli spazi espositivi de Il BonTà di Cremona, in programma dal 10 al 13 novembre prossimi, punto di riferimento
delle eccellenze enogastronomiche artigianali, che dedicherà ampio spazio al settore enologico.

Saranno oltre 70 i produttori attentamente selezionati tra i migliori in Italia che presenteranno la propria gamma di vini non solo ad un pubblico di gourmet, ma soprattutto ad operatori
professionali altamente specializzati provenienti anche dall’estero. Sono molti infatti i contatti presi da CremonaFiere con buyers in da tutta Europa, che si sono dimostrati particolarmente
interessati a scoprire nuovi prodotti italiani da inserire nella propria offerta.

In quest’ottica sono in preparazione a Il BonTà numerosi eventi dedicati al settore che coinvolgeranno enoteche e produttori per uno sviluppo sempre maggiore del comparto, come la terza
edizione di Cibo e Vino a Gusto Giovanile, il tradizionale appuntamento di Cremona realizzato in collaborazione con Osvaldo Murri, grande esperto del settore, in cui dodici famosi chef
cercheranno di ammaliare il pubblico dei giovani consumatori abbinando sapientemente piatti prelibati e vini eccellenti – ma che si trovano nei ristoranti ad un costo “giusto”, adatto alle
tasche dei giovani – per fare conoscere anche a questo importante segmento di consumatori le specialità, troppo spesso misconosciute, della nostra cucina tradizionale.

Paolo Bodini

www.cremonafiere.it