Imballaggio e sicurezza alimentare. l’Italia fa scuola all’Europa nella collaborazione di filiera

Imballaggio e sicurezza alimentare. l’Italia fa scuola all’Europa nella collaborazione di filiera

È stato apprezzato anche dalle associazioni industriali europee il Progetto CAST, la raccolta di linee guida sulle buone pratiche per tutte le filiere dell’imballaggio che trattano gli alimenti: il Progetto, realizzato dall’Istituto Italiano
Imballaggi insieme con l’Istituto Superiore della Sanità grazie alla collaborazione tra le maggiori associazioni rappresentanti i vari comparti del packaging  e quelle dell’industria alimentare, pensato in origine solo per l’industria italiana, si va ora affermando anche in Europa
come esempio di collaborazione trasversale tra industrie di differenti filiere e istituzioni di controllo del prodotto
. C’è così attesa per la “Fase 2” del progetto, già
allo studio, che potrà offrire direttamente a livello europeo uno strumento per la tutela della sicurezza nell’industria europea dell’imballaggio alimentare.

Lo stato dell’arte della seconda fase del Progetto CAST (il cosiddetto CAST 2) è stato presentato
nell’ambito di IPACK-IMA, triennale dedicata alle macchine per processo e packaging in corso a fieramilano: nato nella sua prima fase nel 2007, il progetto mette a disposizione indicazioni
precise sulle buone pratiche da seguire per rispettare la normativa europea sulla sicurezza nell’imballaggio degli alimenti. La peculiarità del progetto – illustrata oggi nell’ambito
della Tavola Rotonda che ha visto compartecipi tutte le parti che hanno collaborato – è stata la realizzazione di uno strumento trasversale e pratico, in grado di aiutare le aziende a
rispettare le norme europee e italiane attraverso un approccio concreto. Un approccio che sarà direttamente “esportato” in Europa, grazie alla
traduzione inglese della pubblicazione del primo Progetto CAST, presto implementata dalla seconda fase, ancora allo studio, ma già attesa dall’industria del vecchio
continente.   

Nato per offrire termini chiari di gestione del prodotto in ottemperanza alle norme europee, il Progetto
CAST, la cui pubblicazione è direttamente scaricabile dall’Istituto Superiore della Sanità, rappresenta un riuscito esempio di
piattaforma comune di dialogo tra associazioni industriali di filiere differenti, istituzioni di controllo e persino industrie concorrenti: un
esperimento che fa perno sulla chiarezza, la trasparenza e la responsabilità di tutti e vede come unico vero beneficiario l’utente finale del prodotto alimentare.

Leggi Anche
Scrivi un commento