L’Inps, con circolare n. 48 del 9 aprile 2008, ha reso noti gli importi relativi al 2008 per le prestazioni economiche di malattia, di maternità e di tubercolosi, nonché i salari
medi e convenzionali e le altre retribuzioni o importi.

RETRIBUZIONI DI RIFERIMENTO
L’Inps ha comunicato gli importi giornalieri della retribuzione in base ai quali vengono determinate le misure dell’indennità di malattia, di maternità e di tubercolosi.

Indennità di malattia, maternità e tubercolosi per i lavoratori soci di società e di enti cooperativi anche di fatto
L’Inps ha ricordato che, come disposto dall’art. 1, comma 1, del D.L. n.338/1989 (convertito in L. n. 389/1989), dal 1 gennaio 2007 la retribuzione da assumere a base a fini contributivi “non
può essere inferiore all’importo delle retribuzioni stabilito da leggi, regolamenti, contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni più rappresentative su base nazionale,
ovvero da accordi collettivi o contratti individuali, qualora ne derivi una retribuzione d’importo superiore a quello previsto dal contratto collettivo”.
Ne consegue che, per gli eventi indennizzabili nel 2008, la retribuzione da assumere a riferimento non possa essere inferiore al minimale giornaliero di legge che per l’anno in corso è
pari ad euro 42,14.

Indennità di malattia, maternità e tubercolosi per i lavoratori agricoli a tempo determinato
L’Inps ha ribadito che, come previsto dall’art. 1, comma 5 della L. n. 81/2006 (di conversione del D.L. n. 2/2006), a decorrere dal 1° gennaio 2006, la retribuzione da prendere a base “ai
fini del calcolo delle prestazioni temporanee in favore degli operai agricoli a tempo determinato e assimilati” equivale alla retribuzione stabilita “dai contratti collettivi stipulati dalle
organizzazioni sindacali più rappresentative su base nazionale ovvero da accordi collettivi o contratti individuali, qualora ne derivi una retribuzione di importo superiore a quello
previsto dal contratto collettivo” (ex art. 1, comma 1, del D.L. n. 338/1989, convertito nella L. 389/1989).

Indennità di malattia, maternità e tubercolosi per i compartecipanti familiari e piccoli coloni
Il decreto direttoriale del 9 luglio 2007 del Ministero del Lavoro ha fissato, per ciascuna provincia, le retribuzioni medie giornaliere valide per l’anno 2007 ai fini previdenziali ed
utilizzabili solo in relazione ai compartecipanti familiari e piccoli coloni, per i quali continuano ad essere applicati i salari medi convenzionali determinati anno per anno per ciascuna
provincia con i decreti previsti dall’art. 28 del DPR n. 488/6.
L’Inps ha comunicato che gli importi dei salari applicabili per l’anno 2008 saranno comunicati a breve e che, nel frattempo, devono essere utilizzati, in via temporanea e salvo conguaglio, i
salari validi per l’anno 2007.

Indennità di maternità per le lavoratrici italiane e straniere addette ai servizi domestici e familiari
L’Inps ha fissato le seguenti retribuzioni convenzionali orarie:
– Euro 6,16 per le retribuzioni orarie effettive fino a Euro 6,95
– Euro 6,95 per le retribuzioni orarie effettive superiori a Euro 6,95 e fino a Euro 8,48
– Euro 8,48 per le retribuzioni orarie effettive superiori a Euro 8,48
– Euro 4,48 per i rapporti di lavoro con orario superiore a 24 ore settimanali.

Indennità di maternità per le lavoratrici autonome
L’Inps ha fissato i seguenti importi:
– Coltivatrici dirette, colone, mezzadre, imprenditrici agricole professionali: Euro 36,86, (corrispondenti al limite minimo di retribuzione giornaliera fissata per l’anno 2007) per le nascite
avvenute nel 2008 (anche quando il periodo indennizzabile è iniziato nel 2007).
– Artigiane: Euro 37,52 (corrispondenti al limite minimo di retribuzione giornaliera fissata per l’anno 2008 per la qualifica di impiegato dell’artigianato) con riferimento agli eventi per i
quali il periodo indennizzabile ha inizio nel 2008.
– Commercianti: Euro 32,88 (corrispondenti al limite minimo di retribuzione giornaliera fissata per l’anno 2008 per la qualifica di impiegato del commercio), con riferimento agli eventi per i
quali il periodo indennizzabile ha inizio nel 2008.

IMPORTI DI RIFERIMENTO PER ALTRE PRESTAZIONI
Malattia e maternità per gli iscritti alla Gestione Separata

L’Inps ha reso noto che per il 2008 l’aliquota contributiva complessiva dovuta per i soggetti iscritti alla Gestione Separata e non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie
è pari al 24,72%.
Per il 2008, dunque, il contributo mensile per l’accertamento del requisito richiesto si ottiene applicando l’aliquota del 24,72 % sul minimale di reddito pari a euro 13.819,00: il contributo
mensile, quindi, è pari a ad euro 284,67.
L’Inps, inoltre, ha comunicato che, per gli eventi insorti nel 2008, il limite di reddito previsto per l’erogazione dell’indennità per degenza ospedaliera e per l’indennità di
malattia è pari a Euro 61.030,9.
L’indennità di malattia per i collaboratori a progetto, invece, è pari, per ogni giornata indennizzabile, a:
– euro 9,72 (4%), se nei 12 mesi precedenti l’evento risultano accreditate da 3 a 4 mensilità di contribuzione;
– euro 14,58 (6%), se nei 12 mesi precedenti l’evento risultano accreditate da 5 a 8 mensilità di contribuzione;
– euro 19,43 (8%), se nei 12 mesi precedenti l’evento risultano accreditate da 9 a 12 mensilità di contribuzione.
Infine, per il 2008, gli importi giornalieri dell’indennità per la degenza ospedaliera risultano fissati come segue:
– Euro 19,43, in caso di accrediti contributivi da 3 a 4 mesi;
– Euro 29,15, in caso di accrediti contributivi da 5 a 8 mesi;
– Euro 38,87, in caso di accrediti contributivi da 9 a 12 mesi.

ASSEGNI DI MATERNITA’ CONCESSI DAI COMUNI
Per il 2008, gli importi dell’assegno di maternità del Comune e dei requisiti reddituali valevoli per nascite, affidamenti preadottivi e adozioni senza affidamento sono i seguenti:
– assegno di maternità (in misura piena) = Euro 299,53 mensili per complessivi Euro 1497,65;
– indicatore della situazione economica (I.S.E.) con riferimento ai nuclei familiari con tre componenti = Euro 31.223,51.

ASSEGNI DI MATERNITA’ DELLO STATO CONCESSI DALL’INPS
L’importo dell’assegno di maternità dello Stato relativo alle nascite per gli affidamenti preadottivi e le adozioni dei minori il cui ingresso in famiglia sia avvenuto nel 2008 è
pari a Euro 1.843,90.

Inps, circolare n. 48 del 9 aprile 2008