Con Circolare n. 15 del 14 dicembre 2006, l’ENPALS ha fornito le informazioni relative alle modalità seguite per la determinazione dell’importo aggiuntivo spettante per l’anno 2006.

Questo, come disposto dalla legge Finanziaria 2001, deve essere corrisposto, unitamente alla rata di dicembre, ai pensionati titolari di pensioni il cui importo complessivo annuo non superi il
trattamento minimo e che rispettino particolari condizioni reddituali.

L’importo aggiuntivo per il 2006 è di 154,96 euro ed è destinato a tutte le categorie di pensione, fatta eccezione per le pensioni eliminate dai ruoli di pagamento, le pensioni
supplementari, le pensioni detassate per convenzione contro la doppia imposizione, le pensioni con importo mensile di dicembre 2006 uguale a zero e le pensioni gestite dal Casellario centrale
dei pensionati.

L’importo aggiuntivo è riconosciuto a coloro che non abbiano un reddito complessivo individuale assoggettabile all’IRPEF relativo all’anno stesso superiore ad una volta e mezza il
trattamento minimo e che, se coniugati, non godano di un reddito complessivo individuale assoggettabile all’IRPEF relativo all’anno stesso superiore ad una volta e mezza il predetto trattamento
minimo, né redditi, cumulati con quelli del coniuge, per un importo superiore a tre volte il medesimo trattamento minimo.

La procedura di verifica deve certificare che l’importo di pensione rientri nei limiti previsti per il 2006 e quindi:

– se l’importo complessivo degli imponibili delle pensioni per l’anno 2006 (comprensivo

delle maggiorazioni sociali e dell’aumento a 516,46 euro) risulta maggiore di ? 5.713,48 non spetta alcun importo aggiuntivo;

– se l’importo complessivo degli imponibili delle pensioni per l’anno 2006 risulta minore o uguale a ? 5.558,54 e risultano soddisfatte le condizioni reddituali proprie e del coniuge, spetta
l’intero importo aggiuntivo;

– se l’importo complessivo degli imponibili delle pensioni per l’anno 2006 risulta compreso tra ? 5.558,54 ed ? 5.713,48 al pensionato spetta la differenza tra l’importo delle pensioni ed ?
5.713,48, sempre che siano soddisfatte le previste condizioni reddituali.

Inoltre, per la valutazione dei redditi, l’ENPALS ha stabilito che il reddito assoggettabile all’IRPEF per l’anno 2006 del pensionato non coniugato non debba superare l’importo di ? 8.337,81,
mentre quello del pensionato coniugato, cumulato al reddito del coniuge, debba essere inferiore a ? 16.675,62, e che non debba comunque essere superato il limite personale di ? 8.337,81.

L’importo aggiuntivo verrà pagato con la rata di dicembre 2006 e l’ENPALS ricorda che non costituisce reddito né ai fini fiscali né ai fini della corresponsione di
prestazioni previdenziali e assistenziali.

Circolare ENPAS 14 dicembre 2006, n15
Scarica il documento completo in formato .Pdf