Bari – Un nuovo ritrovato per migliorare l’intimità delle coppie di tutto il mondo, dopo le pillole dell’amore e contro il calo del desiderio è in arrivo, infatti, un nuovo
farmaco per chi ha problemi sotto le lenzuola.

Si tratta della prima pillola, presto disponibile sul mercato mondiale, in grado di curare l’eiaculazione precoce. Un disturbo che in Italia colpisce circa quattro milioni di uomini tra i 20 e
i 50 anni.

L’annuncio è stato dato oggi all’80° congresso nazionale di Urologia in corso a Bari. Il farmaco, a base di dapoxetina, principio attivo usato come antidepressivo, è stato
approvato ora dalla Food and Drug administration americana anche con questa indicazione terapeutica. E gli urologi italiani sperano di averlo disponibile in Italia già dal 2008.

“Ad oggi non esiste una standardizzazione nella gestione dell’eiaculazione precoce – spiega Vincenzo Mirone, presidente della Società italiana di urologia – e nessun farmaco possiede
l’indicazione specifica per il trattamento di questa patologia. La dapoxetina è il primo al mondo dedicato a questo tipo di disturbo”.

La dapoxetina, come hanno spiegato gli urologi, agisce aumentando la disponibilità della serotonina nel cervello. Ma a differenza di altre molecole già proposte in passato,
può essere assunta anche 1-3 ore prima del rapporto sessuale, il che lo rende un farmaco “on-demand”, disponibile all’organismo in tempi brevissimi. Inoltre, sembra avere pochissimi
effetti collaterali e diversamente dagli antidepressivi, non inibisce il desiderio sessuale.

29 Settembre 2007