Roma – L’Inail ha reso noto che il bilancio di previsione realizzato dal Cda dà ottime prospettive per il 2008, secondo le stime, infatti, rispetto ad un avanzo patrimoniale pari
a 1,074 milioni nel 2007, nel 2008 si registrerà un’impennata, che porterà l’avanzo a 2830 milioni di euro.

Si tratta di un risultato molto positivo, che consentirà di risolvere problematiche prospettate da tempo.

Secondo quanto comunicato dall’Istituto, infatti, sarà possibile migliorare le prestazioni offerte (in particolare rispetto al danno biologico) e ridurre le tariffe dei premi secondo
criteri positivamente selettivi, che premino le imprese capaci di distinguersi in sicurezza sul lavoro.

L’Istituto, quindi, ha sottolineato che il governo dovrà tener conto di questa situazione al varo della prossima Finanziaria, che “rappresenta il contesto migliore per questi
interventi”: “Ed è anche l’occasione – sottolinea l’Inail – perché cominci ad essere restituita gradualmente all’Istituto la propria autonomia, operando in particolare su due
fronti: lo sblocco dei fondi depositati senza frutto in Tesoreria e il riavvio degli investimenti, secondo le priorità fissate dalle leggi che regolano la materia e che consentono –
nella quota da riservare alla pubblica utilità – di indicare anche l’acquisto di immobili per finalità abitative, giustamente annoverate dal Governo tra gli obiettivi prioritari e
di rilevante interesse per la coesione sociale”.