Inaugurato a San Daniele del Friuli (UD) l’innovativo “Prosciutto learning center”

Inaugurato a San Daniele del Friuli (UD) l’innovativo “Prosciutto learning center”

San Daniele del Friuli (UD) – Il presidente della Regione Renzo Tondo ha inaugurato a San Daniele del Friuli (Udine), nel cuore del distretto agroalimentare, l’innovativo “Prosciutto
learning center”
dell’azienda DOK Dall’Ava, un unico complesso che racchiude, accanto al prosciuttificio, una “prosciutteria” (ristorante e vendita), un museo e un centro di formazione.
 

Una delle funzioni del complesso – che si presenta dal punto di vista architettonico come un mezzo prosciutto rovesciato rivestito in legno – è proprio la formazione dei prosciuttai di
tutto il mondo, per insegnare loro come si taglia, si conserva, si disossa, si annusa e infine si serve questo prodotto di eccellenza del Friuli Venezia Giulia.  

Alla cerimonia di inaugurazione, accanto a Tondo, erano presenti il sindaco di San Daniele del Friuli Emilio Iob, l’assessore regionale Roberto Molinaro, numerosi consiglieri regionali. A fare
gli onori di casa sono stati gli imprenditori, Natalino e Carlo Dall’Ava, padre e figlio. “La regione – ha detto Tondo – deve essere grata alla famiglia Dall’Ava, perché questa iniziativa
consente al Friuli Venezia Giulia di disporre di una struttura di grande spessore, in termini di qualità e innovazione”. “Vedere che degli imprenditori – ha aggiunto il presidente –
investono risorse, energie e creatività, ci consente di guardare con fiducia al futuro. È un segno che il Friuli, oggi come dopo il terremoto del 1976, sa reagire nei momenti
difficili”.  

Nata nel 1982 per iniziativa di una famiglia che da generazioni già operava nel settore, la DOK Dall’Ava produce oggi 30 mila prosciutti all’anno di alta qualità, esportati per il
22 per cento in molti Paesi europei e, in prospettiva, verso nuovi mercati come America e Giappone. Accanto all’attività di produzione, a partire dal 1988 l’azienda ha gradualmente
affiancato una rete di punti di degustazione e vendita, le “prosciutterie”, oggi arrivati a 11 in Italia ma anche in Austria e Francia. “Vendiamo il nostro prodotto a una clientela internazionale
molto selezionata – ha detto il titolare dell’azienda Carlo Dall’Ava – che ci chiede di formare i loro addetti. Occorre puntare sulla qualità e sull’educazione del consumatore. La nostra
ambizione è di aver creato una cosa unica al mondo, una nuova sfida nel solco della tradizione imprenditoriale di famiglia”.  

regione.fvg.it
Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento