I prezzi dei pomodori in serra pagati agli agricoltori sono dimezzati rispetto allo scorso anno ma non nei negozi a conferma di un andamento anomalo che interessa in generale tutto il settore
alimentare.

E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento ai dati sull’inflazione a maggio pubblicati dall’ Istat nel sottolineare che se i prezzi alimentari al consumo crescono quelli agricoli
all’origine nell’ultimo anno sono calati.

L ‘Italia – sottolinea la Coldiretti – è un grande Paese importatore di ortofrutta, per una quantità stimabile nel 2006 pari a 3,4 miliardi di chili che significa una
probabilità su dieci di consumare sul mercato nazionale frutta e verdura di origine non nazionale. A causa delle irregolarità spesso presenti nell’etichettature la frutta e
verdura proveniente dall’estero è destinata in molti casi – denuncia la Coldiretti – ad essere spacciata come Made in Italy nonostante l’entrata in vigore di norme che prevedono multe
salate se non viene esposta l’indicazione dell’origine, della qualità e delle varietà.

Una mancanza di trasparenza nella qualità e nei prezzi che favorisce le trappole del mercato ed impedisce – conclude la Coldiretti – di fare scelte consapevoli.

www.coldiretti.it