Il Senato della Repubblica, con la deliberazione del 14 marzo 2007, ha aumentato il fondo a disposizione della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro con
particolare riguardo alle cosiddette “morti bianche”.
Il fondo, dunque, è passato da 100 mila euro a 150 mila euro per consentire alla Commissione di espletare i compiti per cui è stata creata, che sono: l’analisi della misura degli
infortuni sul lavoro e delle “morti bianche” al fine dell’individuazione dei settori in cui il fenomeno è più diffuso; l’analisi della quantità di minori coinvolti,
soprattutto provenienti dall’estero; il rinvenimento delle cause degli infortuni, soprattutto nel lavoro nero, sommerso e nel doppio lavoro; l’indagine su come e quando viene applicata la legge
antinfortunistica e la valutazione dell’efficacia dell’attuale legislazione in materia; lo studio della dimensione dei controlli sul rispetto delle norme antinfortunistiche; la valutazione
dell’incidenza del costo degli infortuni sulla finanza pubblica e sul servizio sanitario nazionale; l’analisi il rapporto con le imprese controllate dalla criminalità organizzata.
I lavori della Commissione si concludono dopo due anni dall’insediamento e terminano con la presentazione dei risultati ricavati dall’indagine.

Paola Monti

Senato della Repubblica, deliberazione 14 marzo 2007, GU 19/03/2007
Scarica il
documento completo in formato .Pdf