La legge Finanziaria 2007 ha stabilito che dal 1 gennaio 2007 devono essere modificate le tabelle relative agli assegni familiari. In particolare sono stati rideterminati i livelli di reddito e
gli importi annuali dell’assegno per i nuclei con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui non siano presenti componenti inabili e per i nuclei con un solo genitore e almeno un
figlio minore in cui non siano presenti componenti inabili. Inoltre è stato previsto un assegno aggiuntivo in presenza di tre quattro o cinque componenti oltre il genitore.
Da queste rimodulazioni, tuttavia, è conseguita una disparità di trattamento per cui il nucleo familiare con componenti inabili percepisce un assegno inferiore a quello familiare
senza componenti inabili.
A risolvere il problema, però, è intervenuto il decreto interministeriale 7 marzo 2007, che ha disposto che dal 1 gennaio 2007 l’assegno per il nucleo familiare per i nuclei con
entrambi i genitori o con un solo genitore e con almeno un figlio minore, che includano soggetti inabili (tabelle “C” e “D”), non può essere inferiore, a parità di reddito e di
composizione numerica, a quello corrisposto agli equivalenti nuclei che non includono soggetto inabili (tabelle “A” e “B”).
L’Inpdap, quindi, mediante le nota n. 24 del 31 maggio 2007, ha reso note le nuove tabelle, modificate come previsto dal suddetto decreto.

INPDAP, nota 31 maggio 2007, n. 24