Io bevo così: il buon vino del contadino – Olgiate Molgora, in provincia di Lecco:

Io bevo così: il buon vino del contadino – Olgiate Molgora, in provincia di Lecco:
da sx Gianluca Colombo, Andrea Sala, Andrea Pesce

da sx Gianluca Colombo, Andrea Sala, Andrea Pesce

Due gli obiettivi di “IoBevoCosì”.

Assicurare la continuità produttiva a centinaia di piccole aziende vitivinicole e dimostrare che è possibile produrre e quindi bere vini sani e sicuri. Così domenica 24 e lunedì 25 maggio, a Olgiate Molgora, in provincia di Lecco, 400 vini naturali e di territorio “saranno in degustazione e se avessero il dono della parola direbbero: per ribadire che esistiamo e siamo sempre più ricercati da veri appassionati del buon vino – commenta Andrea Sala, distributore di vini naturali, biologici e biodinamici che insieme all’albergatore Luca Dell’Orto e ad Andrea Pesce, commerciante di specialità alimentari, ha organizzato “IoBevoCosi” – con lo scopo di avvicinare ai vini naturali, autentici ed etici aspiranti sommelier, addetti ai lavori e appassionati del bere più sano, genuino e consapevole”.

Per esaltare la genuinità assicurata dal vino etico perché prodotto secondo i canoni della sostenibilità “nella convinzione, insomma, che amare la terra significhi innanzi tutto rispettarla – dice Sala – ed, anche, promuovere il lavoro di piccoli ma sapienti produttori che nell’era del mercato globale hanno scelto di uscire dal coro”.

Una produzione di nicchia, insomma, con un grande potenziale, però. Ecco perché gli organizzatori di questa manifestazione hanno scelto una location fantastica, Villa Sommi Picenardi*, incastonata in uno dei 100 parchi più belli d’Italia. Qui, oltre ai vini, sarà possibile degustare prodotti alimentari d’eccellenza. E’ prevista, infatti, la partecipazione di selezionati produttori agroalimentari. Mentre, per quanto riguarda i vini naturali e di territorio, saranno rappresentate tutte le regioni italiane; che, in questo caso, si troveranno gomito a gomito con i vignaiuoli che producono in alcune delle più prestigiose regioni della Francia. “Vi parteciperanno anche i produttori, non solo i vini, perché vogliono spiegare le motivazioni che li hanno spinti a intraprendere questa attività produttiva volta “all’esaltazione dell’unicità del vino e delle tipicità del territorio – spiega un produttore della Langhe, Gianluca Colombo – attraverso pratiche naturali e assolutamente rispettose della vigna, dell’uva, del terroir”. Che si definisce un incosciente per la sua decisione di produrre vini di qualità eccellente, con una filosofia tutta personale. Un progetto, quello di Colombo, iniziato nel 2003 con il Pinot nero e cui si è aggiunta la Barbera.
Sarà, insomma, una bella esperienza visitare questa rassegna vinicola che il 24 e 25 maggio prossimi, vedrà spostarsi vero il lecchese gruppi di appassionati del bere più sano, più genuino, più consapevole. Insomma, facendo il verso all’idea degli organizzatori della fiera, Io bevo così.

*Villa Sommi Picenardi
Villa Sommi Picenardi è un complesso architettonico di Olgiate Molgora composto da una villa padronale con annessa cappella dedicata a San Galdino e risalente al 1703, da una cascina e da un ampio parco

Michele Pizzillo
Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply