IRAQ: Al Sadr ordina il ritiro ma chiede un'amnistia

Dopo una settimana di combattimenti costati la vita a circa 300 persone, Moqtada al Sadr cerca la tregua. Il leader radicale sciita ha ordinato ai suoi miliziani di ritirarsi dalle strade di
Bassora, Baghdad e delle altre province a patto che il governo iracheno conceda un’amnistia generale e rilasci i prigionieri detenuti senza accusa.

Il braccio destro di Al Sadr ha precisato però che non verranno consegnate le armi come chiesto invece dal premier Al Maliki che nel suo ultimatum ha promesso a chi si arrenderà
anche una ricompensa in denaro. Soddisfatte le autorità irachene che però avvertono:chiunque prenda di mira lo Stato sarà considerato fuorilegge. Ieri sera le
autorità militari hanno prorogato a tempo indeterminato il coprifuoco nella capitale.

Related Posts
Leave a reply