Lombardia, 19 Novembre 2007 – La formazione e l’aggiornamento dei dipendenti e dei dirigenti deve accompagnare la «nuova dimensione internazionale e globale» che Regione
Lombardia ha conquistato negli ultimi anni e in particolare il cambiamento che sta avvenendo con l’applicazione degli articoli 116 e 119 della Costituzione, con cui si sta «aprendo
l’occasione per una nuova statualità».

E’ quanto ha detto la vice presidente della Regione Lombardia, Viviana Beccalossi, intervenendo questa mattina, su delega del presidente Roberto Formigoni, all’inaugurazione dell’anno formativo
di IReF (Istituto Regionale lombardo Formazione per l’amministrazione pubblica).
«Il prossimo anno – ha proseguito Viviana Beccalossi – sarà particolarmente rilevante; IReF affiancherà l’amministrazione pubblica per aiutarla a raggiungere i propri
obiettivi strategici«.

La vice presidente ha sottolineato in particolare tre ambiti:
formazione dei medici di medicina generale («sono loro il primo contatto con le persone e per questo saranno importantissimi il percorso di specializzazione triennale che avete lanciato
lo scorso anno e la Scuola di Medicina Generale«); formazione della polizia locale («non vi è tema più rilevante ormai come quello della sicurezza«); formazione
degli enti locali («la sussidiarietà orizzontale, per realizzarsi realmente nelle sue potenzialità, ha bisogno di enti locali ricettivi«).

«Su questi temi, così come su tutti gli altri punti di intervento di IreF – ha concluso Viviana Beccalossi – il 2008 sarà dunque un anno decisivo. Ci aspettano tre anni di
intenso lavoro, perché vogliamo consegnare ai lombardi una Regione definitivamente cambiata. Vogliamo consolidare un modello, per cui chiunque verrà dopo di noi non potrà
che riconoscere la bontà, l’efficacia e l’efficienza del cambiamento che abbiamo sviluppato«.