Presentata a Roma, presso la sede nazionale della Confederazione, “L’Isola dei sapori”. La guida delle aziende e dei sapori di Sicilia edita dall’Associazione Turismo Verde Sicilia,
l’associazione nata per iniziativa della Cia-Confederazione italiana agricoltori che promuove e sostiene le aziende agrituristiche e quelle che si dedicano alla produzione dei prodotti tipici e
tradizionali.

Nel corso dell’iniziativa, dove è stato possibile degustare le eccellenze produttive di Sicilia, sono intervenuti tra gli altri, il presidente nazionale della Cia, Giuseppe Politi, il
presidente della Cia regionale Sicilia , Carmelo Gurrieri e il presidente di Turismo verde della Sicilia, Antonio Terrasi. In oltre, tra gli invitati, molti rappresentanti del giornalismo,
della politica, del mondo associativo e della produzione.

Nella guida sono presenti circa 100 aziende che effettuano la vendita diretta dei loro prodotti: vino, olio extravergine di oliva, miele, confetture, conserve vegetali, formaggi, liquori,
ortaggi e frutta.

Le schede della pubblicazione, in cui è descritta l’azienda, sono corredate da numerose immagini, dai recapiti e dalle indicazioni per raggiungerle, cartina stradale compresa. Molte
offrono anche ospitalità per il pernottamento o anche solo per la ristorazione.

“Quelle presenti nella guida sono le prime cento aziende che hanno risposto con convinzione e sollecitudine ad un invito aperto a tutte le realtà produttive senza distinzione di
appartenenza”, dichiarano i promotori dell’iniziativa.

La guida, rivolta ai consumatori e ai cittadini, offre numerosi spunti per gite, escursioni o anche brevi vacanze all’insegna del buono, del genuino, del prodotto tipico e tradizionale, dando
anche risalto al contesto territoriale dove insistono molte aziende agrituristiche e agricole. “Si esalta, così -spiegano gli autori- il loro ruolo di difesa, protezione e soprattutto
valorizzazione del territorio, dell’ambiente e del paesaggio e della funzione sociale, culturale e di conservazione delle tradizioni che è propria di gran parte dell’attività
agricola che si svolge nell’Isola”.

Con questa guida si traguarda l’importante obiettivo di avvicinare la campagna alla città e il sistema agroalimentare rurale ai cittadini. Infatti, le tradizioni e la cultura rurale
devono essere difese perché sono un patrimonio dell’intera società.

Quindi, non si tratta di un semplice catalogo. “Ma uno strumento di valorizzazione messo a disposizione delle aziende anche di quelle che per le loro piccole dimensioni difficilmente si
rapportano con il mercato, con la grande distribuzione organizzata, con la promozione all’estero”.

www.cia.it