Italia-Francia del Vino, “Disfida di Barletta 2015”: Nero di Troia/Fieramosca contro La Motte

Italia-Francia del Vino, “Disfida di Barletta 2015”: Nero di Troia/Fieramosca contro La Motte

Aggiornamento del 28 agosto 2015

Il 2 settembre la gran tenzone a Barletta.
Tutto confermato con qualche modifica: le portate saranno 4 o 5; ognuna prevede tre assaggi preparati da Peppe Zullo e 6 bicchieri. Su ognuno dei 25 tavoli ci saranno pertanto 60 bicchieri, più quelli dell’acqua.

Facciamo gli auguri e vorremmo dire: -“Vinca il migliore” ma siamo campanilisti:-“Viva l’Italia e i Vini Italiani”

 

Orsara di Puglia, 15 agosto 2015
E’ un milanese l’ideatore di “Nero di Sera – La Disfida” dove si affronteranno   13 DOC italiane e 13 DOC francesi reinterpretando in chiave enoica la  storica  Disfida di Barletta del 1503. (per approfondimenti clicca sul sito dedicato).

Stefano Remigi

Stefano Remigi

E’ Stefano Remigi, consulente di marketing specializzato in progetti per l’internazionalizzazione del Made in Italy nonchè figlio di Memo Remigi (l’interprete di Innamorati a Milano) e amico di Carlo Cracco (pare che i loro figli frequentino la stessa scuola).
Come ha dichiarato lo stesso Stefano Remigi, l’obiettivo non è stilare una classifica con un vincitore ma è importante che l’evento sia “… una serata di divulgazione di cultura enogastronomica e  di coinvolgimento di tutti i partecipanti”.
Tradotto in termini pratici: creare un evento che solletichi interesse nei media italiani ma soprattutto internazionali, una campagna di promozione del vino nel mondo, che per la prima volta, è rappresentata solo da vini italiani e francesi. 
Questo significa “fare squadra”…

Non è quindi un concorso di vini con esperti professionisti assaggiatori dove i vini vengono degustati e premiati secondo parametri di rispetto di un regolamento (vedi video con Emanuele Pellucci: come si analizza e valuta un vino al Concours Mondial de Bruxelles ) ma una passerella dove 13 rappresentanti dei migliori Vini Italiani sfilano “con/contro” i 13 Top Vini Francesi.

E la “passerella speciale” è una tavola imbandita dove il menu dello Chef Peppe Zullo prevede 13 piatti ai quali verranno abbinati due vini, uno Italiano e uno Francese (entrambi senza etichetta). Saranno 25 i tavoli  con ognuno 10 ospiti invitati (personaggi, opinion leaders e un sommelier professionista a supporto …). Saranno i commensali che dovranno giudicare quale è il miglior vino di ogni piatto: quello Italiano o quello Francese?

Peppe Zullo all'ExpoCrediamo che l’impegno più gravoso sarà proprio quello dello chef che dovrà saper creare i piatti giusti per ogni accoppiata, e della sua brigata impegnata a gestire il servizio ai tavoli con tempi e modi cronometrici:

13 piatti x 25 tavoli x 10 ospiti = 3.250 portate

2 vini per 13 piatti x 250 ospiti = 6.500 bicchieri

Nulla deve essere affidato al caso.  Per creare i piatti giusti da abbinare ai vini è doveroso conoscerli in anteprima. Se pensiamo che i 26 vini verranno anche abbinati in 13 coppie… crediamo che riuscire a portare a termine la gara senza intoppi, sarà una bella impresa da Guiness dei Records.
Una bella “disfida” che Peppe Zullo ha accettato ben volentieri e ben conscio dell’importanza dell’evento è impegnato già da ora a dare il massimo. In primis cercherà di apportare qualche modifica al menu, renderlo più pratico e gestibile: 13 portate e 26 vini per 250 “giudici” sarebbe una situazione ingestibile come un rientro dopo  Ferragosto in un’autostrada con lavori in corso e qualche inevitabile incidente!!!
Siamo certi che la sua esperienza, la sua cucina, i suoi piatti ricchi di gusto, saranno “fiero” contorno  alla “internazional” tenzone.

NOTA
Peppe Zullo è abituato a gestire i grandi numeri; a Expo ha gestito il primo mese del ristorante Eataly/Puglia servendo 20.000 piatti, è stato protagonista a Fasano al matrimonio indiano; …   nella sua Daunia, a Orsara di Puglia, ha una scuola di cucina, una cantina “Cattedrale del Vino di Venezia”, cinque strutture ristorative, orto, frutteto … su un’area totale di 180.000 mq . (www.peppezullo.it)

Giuseppe Danielli
Direttore e Fondatore
Newsfood.com

Qui allegato il CS ufficiale di Antonella Millarte
EVENTI, AL CASTELLO DI BARLETTA VA DI SCENA UNA NUOVA “DISFIDA”.  IL 2 SETTEMBRE 13 VINI ITALIANI DOC SFIDERANNO QUELLI FRANCESI
Rievocando il duello cavalleresco del 1503 tra 13 cavalieri italiani e altrettanti francesi, le Doc italiane capeggiate dal Nero di Troia sfideranno quelle francesi. Capitano della squadra italiana Giancarlo Giannini, Philippe Leroy per i francesi. In giuria l’enologo Roberto Cipresso e lo chef Carlo Cracco

Roberto-Cipresso Giancarlo-Giannini Philippe_LeroyUna vera e propria sfida in chiave enologica tra i vini Doc italiani e quelli francesi sarà di scena mercoledì 2 settembre nella suggestiva location del castello di Barletta. L’evento, dal titolo Nero di Sera – La Disfida (The Wine-Challenge) (ingresso solo su invito, a partire dalle 20), è ideato da Stefano Remigi e promosso dal Consorzio pugliese del Nero di Troia, con in testa le Cantine della Bardulia.
La Disfida enologica prende spunto dal noto duello cavalleresco che si svolse il 13 febbraio 1503 a Barletta tra tredici cavalieri italiani e altrettanti francesi. Il generale spagnolo Consalvo da Cordova, Gran Capitano del Regno di Napoli, reclutò numerose compagnie di milizie italiche e arruolò tra gli altri il condottiero Ettore Fieramosca, il quale scelse dodici valorosi combattenti chiamati ad affrontare insieme a lui i cavalieri francesi.
Per rievocare l’episodio cinquecentesco, conservandone lo spirito e la location, il Consorzio Nero di Troia ha invitato in Puglia altre Doc, elette e rappresentative del nostro territorio. La gara si svolgerà come un elegante “fair-game”, ovvero un duello nobile e cavalleresco, con regole ben precise, che vedrà schierati “a singolar tenzone” tredici Doc italiane capitanate dal padrone di casa, il Nero di Troia, contro altrettante Doc francesi.
“Capitano” dei vini francesi sarà l’attore Philippe Leroy, l’indimenticabile Yanez e co-protagonista del film di Pasquale Festa Campanile “Il Soldato di Ventura”, in cui interpretava proprio Guy de La Motte, Capitano dei Cavalieri Francesi ai tempi della Disfida. Giancarlo Giannini, indimenticabile protagonista nel ruolo di viticoltore nel film “Il profumo del mosto selvatico”, rappresenterà invece gli sfidanti italiani.
Tutti gli invitati al Wine Challange verranno accompagnati da esperti enologi e sommelier in una degustazione bendata delle 26 Doc e potranno esprimere il loro voto di preferenza. A presiedere la giuria e a condurre la “singolar tenzone” è stato chiamato l’enologo e scrittore Roberto Cipresso, produttore del vino per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Tra i giudici anche lo chef Carlo Cracco, che ha già confermato la sua partecipazione. Gli abbinamenti gastronomici della serata saranno curati dallo chef pugliese Peppe Zullo, di Orsara di Puglia (città Slow Food, aperte del territorio del Nero di Troia).
Carlo Cracco - Newsfood.comL’evento Nero di sera – La Disfida ed il format Wine Challenge nascono da un’idea di Stefano Remigi, consulente di marketing specializzato in progetti per l’internazionalizzazione del Made in Italy in vari settori dell’eccellenza italiana, che ha dichiarato: ”al di là della sfida, qualunque sia il risultato finale, quello che ci aspettiamo è una serata di divulgazione di cultura enogastronomica e  di coinvolgimento di tutti i partecipanti”. Remigi ha prodotto un cortometraggio sul territorio del Nero di Troia, che verrà presentato in occasione della serata. Il progetto è stato gestito in stretta collaborazione con lo Studio Cassandro di Barletta, che da più di trent’anni opera nei servizi di consulenza professionale alle imprese di agroalimentare, ed è finanziato nell’ambito delle misure di promozione previste dal Programma di Sviluppo Rurale della Puglia 2007-2013. L’evento, che inaugura format “Wine Challenge” vuole essere il primo di una serie da replicare nei prossimi anni, con il coinvolgimento nella Disfida di nuove Doc sfidanti provenienti da altri paesi e continenti.

Info:
www.ladisfida.it,
www.thewinechallenge.it
Ingresso solo su invito.  R.S.V.P.

Redazione Newsfood.com

Related Posts
Comment ( 1 )
  1. Alessandro Motta
    15 Dicembre 2016 at 4:11 pm

    Con riferimento al vostro articolo, vi segnalo che la seconda edizione della Disfida enologica “The Wine Challenge” si terrà i giorni 17 e 18 dicembre 2016 nella splendida cornice della Piazza d’Armi del Castello di Barletta, a Barletta (BAT).

    Italia e Francia tornano a sfidarsi su uno dei terreni più caldi della leggendaria competizione ma mutuando le armi dalla Storia: complessivamente sono trentanove i vini, tredici Nero di Troia (per la degustazione verticale il primo giorno) e ventisei fra italiani e francesi, divisi in due squadre, che si sfideranno in una gara all’ultimo calice, nel corso della seconda serata..

    Tutte le info su http://www.ladisfida.it/wine-challenge-2016.php e su FB https://www.facebook.com/neroditroiaWineChallenge/

Leave a reply