Itinerari a Terme di Comano, Patrimonio Biosfera Unesco e costellato di borghi tra i più suggestivi del Trentino

Itinerari a Terme di Comano, Patrimonio  Biosfera Unesco e costellato di borghi tra i più suggestivi del Trentino

NUOVI SENTIERI DEL GUSTO IN TRENTINO

NEL PATRIMONIO BIOSFERA UNESCO

Dal nostro inviato

Franco Vergnano

 

TRENTO – Nuove emozioni per il turismo enogastronomico. Stavolta va in scena il territorio delle Terme di Comano, Patrimonio  Biosfera Unesco e costellato di borghi tra i più suggestivi del Trentino. Si tratta, in particolare della realizzazione di tre “Sentieri del gusto”. Suggestivi percorsi di 6-7 km, da percorrere a piedi o in bicicletta, sulle tracce dei tre prodotti tipici del territorio: la ciuiga (presidio Slow Food, salame con le rape, capolavoro di norcineria contadina), la noce del Bleggio (altro presidio Slow Food ) e la patata montagnina. Il piacere di camminare tra i colori e i sapori, alla scoperta dei luoghi di produzione  e di un territorio straordinario.

Ma non basta. Da luglio a settembre, si può fare enogastronomia tra albe e… tra-monti in malga.

Cosa c’è di più suggestivo ed emozionate di un’alba o di un tramonto  in montagna? Nel Bleggio, passeggiate suggestive in orari inconsueti per emozioni straordinarie, per conoscere la vita del malgaro, fare la caserada  per preparare il formaggio fresco di montagna  e degustare i prodotti tipici della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino- Ecco il programma. Albe in malga: 1 luglio ore 5.30 alla Malga Stìtabio e 9 settembre alla Malga Senaso (Val d’Ambiez, Dolomiti di Brenta).

Poi ci sono i sapori di malga: 16 luglio, ore 15.30 Malga Stabio Porte aperte alla malga, sfiziosa merenda con prodotti tipici locali e visita agli animali a cura del malgaro.

Per i “tra-monti”: Musica e Gusto al Tramonto. Rassegna di concerti con giovani virtuosi trentini e apericena con prodotti tipici locali in posti favolosi circondati dalle montagne e da paesaggi rurali (8 settembre, ore 17.30 Casa Riga concerto di Greta Marcolongo; 10 settembre, ore 17.30 hotel Castel Mani concerto del trio Martina Iori; 15 settembre, ore 17.30 concerto del duo Lohs-Zamboni).

C’è poi un Ecco un appuntamento fisso tutti i mercoledì. Sono i viaggi dell’emozione: una storia di terra, di cibo e d’amore. L’appuntamento dell’estate per questa divertente modalità di camminare nel terrtorio scoprendolo attraverso “sorprese animate e recitate, lungo il percorso” si intitola: una storia di terra, di cibo e d’amore.  Un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo guidati da una cantastorie per seguire il contadino Bartolo nel viaggio d’amore per la sua terra e per la sua bella. Un’occasione unica per scoprire le bellezze degli antichi borghi contadini, ma soprattutto conoscere e degustare i tesori della terra.

I viaggi si svolgono a Rango o a Favrio, tutti i mercoledì pomeriggio e portano a visitare il borgo e la campagna. Mentre si passeggia ci si imbatte in un giovanotto appoggiato ad un muro: è Berto il bullo, uno scansafatiche che cerca qualcuno di cui approfittare per riempirsi la pancia senza fatica. E di lì passa anche il contadino Bartolo, che sta andando a dichiarare il suo amore ad una giovane del paese portandole i veri tesori della sua terra, ovvero i prodotti  locali. Un’occasione doppiamente ghiotta per Berto che cercherà di arraffare quello che il povero contadino ha nel sacco fino a che non scoprirà … finale a sorpresa per i partecipanti al viaggio. Al termine dell’itinerario è prevista una degustazione di prodotti tipici locali a cura della Deges (Denominazione Enogastronomica Giudicarie Esteriori, ovvero l’associazione dei produttori locali).

Franco Vergnano
Inviato Newsfood.com

==

Cover: foto di Silvano Angelani

Related Posts
Leave a reply